Vertice mondiale sulla sicurezza alimentare

La situazione mondiale dell’insicurezza alimentare è aggravata e continua a rappresentare una grave minaccia per l’umanità. Con i prezzi elevati dei prodotti alimentari, il numero di persone che soffrono la fame è cresciuta senza sosta negli ultimi anni. La crisi economica mondiale non fa che aggravare la situazione dei posti di lavoro e di approfondimento che interessano […]

banner_enLa situazione mondiale dell’insicurezza alimentare è aggravata e continua a rappresentare una grave minaccia per l’umanità. Con i prezzi elevati dei prodotti alimentari, il numero di persone che soffrono la fame è cresciuta senza sosta negli ultimi anni. La crisi economica mondiale non fa che aggravare la situazione dei posti di lavoro e di approfondimento che interessano la povertà. La FAO stima che il numero di persone affamate potrebbe aumentare di altri 100 milioni di euro nel 2009 e superare la soglia di un miliardo di euro.

Il direttore Generale della FAO, Jacques Diouf, ha proposto un vertice mondiale sulla sicurezza alimentare per concordare azioni chiave contro questa crisi: “Rappresenta un grave rischio per la pace e la sicurezza mondiale. Abbiamo urgente necessità di creare un ampio consenso sulla eliminazione totale e rapida della fame nel mondo “.

I paesi poveri hanno bisogno di sviluppo economico e strumenti politici necessari per dare impulso alla produzione agricola e della produttività. Gli investimenti in agricoltura devono essere aumentati, perché per la maggior parte dei paesi poveri un settore agricolo sano è essenziale per superare la fame e la povertà, ed è un pre-requisito per la crescita economica globale.

La gravità della attuale crisi alimentare è il risultato di 20 anni di sotto-investimento in agricoltura e l’abbandono del settore. Direttamente o indirettamente, l’agricoltura fornisce il sostentamento per il 70 per cento dei poveri del mondo.

FAO