Franco Battiato inaugura gli “Incontri Aquilani alla Facoltà di Lettere”

Franco Battiato alla Facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università dell’Aquila avrà luogo mercoledì 9 dicembre alle 15,30 presso i nuovi locali della Facoltà, nel nucleo industriale di Bazzano (Viale dell’Industria, km. 0,350).Dopo il successo della conferenza tenuta il 12 novembre scorso da Paolo Mauri, che parlando dell’opera dell’abruzzese di Ennio Flaiano ha saputo catturare l’attenzione […]

franco_battiatoFranco Battiato alla Facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università dell’Aquila avrà luogo mercoledì 9 dicembre alle 15,30 presso i nuovi locali della Facoltà, nel nucleo industriale di Bazzano (Viale dell’Industria, km. 0,350).Dopo il successo della conferenza tenuta il 12 novembre scorso da Paolo Mauri, che parlando dell’opera dell’abruzzese di Ennio Flaiano ha saputo catturare l’attenzione d’un folto pubblico di studenti, e non solo, c’è grande attesa per la venuta di Battiato, un intellettuale che – è stato detto di recente – «ha fatto la storia della musica italiana». Non viene all’Aquila per cantare o per presentare il suo ultimo disco (intitolato Inneres Auge), in uscita in questi giorni, ma per incontrare gli studenti aquilani, esporre il proprio modo di vedere il lavoro creativo e dibattere con loro su temi attinenti ad esso.
Con questo appuntamento prende avvio, come meglio non si potrebbe, il ciclo d’incontri con personalità della cultura, intitolato “Incontri aquilani alla Facoltà di Lettere”, che si protrarrà lungo il corso di tutto l’anno accademico, fino al mese di giugno.

Le prossime date fissate già da ora sono quelle degli incontri con il teologo Vito Mancuso (il 3 maggio) e con Marco Paolini (il 4 maggio).

Intanto, sempre presso la Facoltà di Lettere, hanno avuto inizio le sedute del “Seminario di italianistica”, destinate agli studenti di letteratura italiana, ma aperte a tutti gli interessati. La prima seduta, condotta da Marianne Pade dell’Università di Ǻrhus (Danimarca), è stata dedicata alla cultura dell’Umanesimo romano del Quattrocento, e si è svolta con successo mercoledì 25 novembre. Il seminario proseguirà con gli interventi di altri noti studiosi: il primo in programma è Luigi Trenti, che parlerà di Leopardi.