EUROPA: SCAMBIO PROFICUO TRA ISTITUZIONI DIVERSE

L’Aquila, 26 feb. “E’ importante dare luogo ad uno scambio di esperienze tra Istituzioni italiane ed europee sul ruolo che le Regioni possono svolgere nell’Europa delle regioni e sulle modalità per supportare adeguatamente queste dinamiche”. Lo ha detto il Presidente della Regione questa mattina in occasione della seduta solenne del consiglio regionale alla presenza del […]

L’Aquila, 26 feb. “E’ importante dare luogo ad uno scambio di esperienze tra Istituzioni italiane ed europee sul ruolo che le Regioni possono svolgere nell’Europa delle regioni e sulle modalità per supportare adeguatamente queste dinamiche”. Lo ha detto il Presidente della Regione questa mattina in occasione della seduta solenne del consiglio regionale alla presenza del Presidente del Parlamento della Catalogna. “Ciò anche nell’auspicio ha proseguito il Presidente della Regione – di individuare modelli di governance locale adeguati, anche per ciò che concerne i rapporti delle istituzioni territoriali con le istituzioni europee, non solo comunitarie, alla luce dell’importanza degli enti territoriali (Regioni, Province, Comuni?), che rivestono un ruolo positivo nell’attuazione di una parte consistente delle politiche comunitarie. In tal senso va ricordata la presenza della Regione Abruzzo nel Comitato delle Regioni. Del resto, la programmazione comunitaria 2007-2013 riconosce un ruolo di primissimo piano alle autonomie territoriali europee, quali soggetti strategici per la crescita, l’innovazione, lo sviluppo del territorio e dei diversi attori socio-economici locali. Il Trattato di Lisbona migliora la posizione che le regioni e le città occupano nel sistema politico dell’Unione europea e rafforza, su tutto il processo legislativo, la funzione istituzionale del loro organo rappresentativo a Bruxelles: il Comitato delle regioni”.