Pompei: imprenditori americani si candidano a sponsorizzare un “Piano salva Scavi”

Un pool di imprenditori americani ha incontrato il Sindaco di Pompei Claudio D’Alessio per definire un piano di sponsorizzazioni dell’area archeologica. La delegazione , guidata dal professor Barry Goldsmith, docente di beni culturali e rappresentante della “JaxFax Travel” di New York, era composta da Barbara A. Noe, della “National Geographic” di Washington D.C., da Jordan […]

Un pool di imprenditori americani ha incontrato il Sindaco di Pompei Claudio D’Alessio per definire un piano di sponsorizzazioni dell’area archeologica. La delegazione , guidata dal professor Barry Goldsmith, docente di beni culturali e rappresentante della “JaxFax Travel” di New York, era composta da Barbara A. Noe, della “National Geographic” di Washington D.C., da Jordan Murray del “Gate1 Travel”, da Alexandra Balfour-Stewart, presidentessa della “Knightsbridge Corporation”, Carolyn Masone della “Essence of Italy”, Barbara Penny Angelakis della “Travel Features Editor” e Anna Diana Mariani customer relations della “Meridiana fly” con sede a Jamaica New York.

Dopo un primo incontro interlocutorio, al quale seguiranno altri per la definizione del “Piano salva Scavi”, la delegazione è stata accompagnata da un rappresentante dell’Amministrazione Comunale in un tour archeologico tra le antiche vestigia.
Grande ammirazione è stata espressa dalla delegazione americana per l’unicità della “Villa dei Misteri”, così come hanno rappresentato un forte rammarico per il crollo della “Schola Armaturarum Juventis Pompeiani”.
Il Sindaco Claudio D’Alessio: “L’interessamento degli imprenditori e degli studiosi americani, in merito alla volontà di voler collaborare per il superamento dell’attuale situazione di degrado che sta vivendo l’area archeologica pompeiana, ci onora e ci fa ben sperare circa le ottime possibilità di redigere un piano di rilancio per gli scavi di Pompei”. (am)