Maltempo: ‘Medea’ flagella costa teramana

“Medea” flagella ancora una volta il Teramano e a pagarne le conseguenze e’ sempre la costa che mostra la sua vulnerabilita’. Da ieri sera i vigili del fuoco di Teramo e dei distaccamenti di Roseto e Nereto sono al lavoro per liberare dall’acqua scantinati, sottopassi e strade completamente allagati. Diverse le richieste di aiuto per […]

“Medea” flagella ancora una volta il Teramano e a pagarne le conseguenze e’ sempre la costa che mostra la sua vulnerabilita’. Da ieri sera i vigili del fuoco di Teramo e dei distaccamenti di Roseto e Nereto sono al lavoro per liberare dall’acqua scantinati, sottopassi e strade completamente allagati. Diverse le richieste di aiuto per liberare le auto dall’acqua. Per il momento, segnala la polizia stradale, non si registrano particolari disagi alla circolazione. La situazione piu’ critica si registra lunga la costa sud da Roseto a Silvi. Qui si concentra la maggior richiesta di interventi. Nel Teramano piove incessantemente da ieri sera con alternanza di nubifragi che rendono difficile anche la visibilita’ lungo le strade. Dalle colline della Val Vibrata scendono acqua e fango che hanno invaso le strade. Resta per il momento tranquilla la situazione all’interno. I fiumi sono sotto controllo. Nel pomeriggio-sera le previsioni meteo non preannunciano nulla di buono e la situazione potrebbe peggiorare nelle zone gia’ in difficolta’.