Lavoro: nel 2012 retribuzioni +1,5%, minimo da 29 anni

Le retribuzioni contrattuali orarie nella media del 2012 sono aumentate dell’1,5% sul 2011. Lo rileva l’Istat. Si e’ allargata di conseguenza la forbice fra i salari e inflazione (+3%, il doppio esatto), al massimo dal 1995. Il segretario della Cisl Bonanni chiede ‘un nuovo patto per alzare i salari, tagliare le tasse e rilanciare l’economia’. […]

Le retribuzioni contrattuali orarie nella media del 2012 sono aumentate dell’1,5% sul 2011. Lo rileva l’Istat. Si e’ allargata di conseguenza la forbice fra i salari e inflazione (+3%, il doppio esatto), al massimo dal 1995. Il segretario della Cisl Bonanni chiede ‘un nuovo patto per alzare i salari, tagliare le tasse e rilanciare l’economia’. Federconsumatori e Adusbef calcolano una perdita del potere d’acquisto per le famiglie di 540 euro l’anno. Sempre sul fronte del lavoro l’Istat evidenzia che a dicembre erano in attesa di rinnovo 32 accordi contrattuali, relativi a circa 3,7 mln di dipendenti, il 28,4% del totale.