Calcioscommesse, ‘Conte non sapeva nulla’

“‘Non ci sono dubbi. Ha chiarito la posizione di Conte, non c’entra niente perche’ non sapeva niente cosi’ abbiamo che scrivere. Scagionato Conte? Si”’. All’uscita dalla Procura Figc, Francesca Sogari, avvocato di Vitali Kutuzov spiega cosi’ ai cronisti l’audizione del suo assistito, nell’ambito dell’inchiesta sportiva Bari-bis sul Calcioscommesse. In merito alla presunta combine Salernitana-Bari (3-2, […]

“‘Non ci sono dubbi. Ha chiarito la posizione di Conte, non c’entra niente perche’ non sapeva niente cosi’ abbiamo che scrivere. Scagionato Conte? Si”’. All’uscita dalla Procura Figc, Francesca Sogari, avvocato di Vitali Kutuzov spiega cosi’ ai cronisti l’audizione del suo assistito, nell’ambito dell’inchiesta sportiva Bari-bis sul Calcioscommesse.

In merito alla presunta combine Salernitana-Bari (3-2, del maggio 2009), l’attaccante bielorusso ai magistrati di Bari, titolari dell’inchiesta penale, aveva raccontato che “l’allenatore Conte ci disse che lui era con noi se anche non avessimo giocato con il massimo impegno con la Salernitana, dal momento che avevamo gia’ vinto il campionato”.

”Conte – aggiunse l’ex biancorosso in merito alla partita in cui le due tifoserie erano gemellate – disse questa cosa, a tutta la squadra, perche’ credo avesse sentito qualche voce che circolava negli spogliatoi sul non giocare al massimo contro la Salernitana”. Oggi pero’ l’ex giocatore barese, che aveva saltato le prime due convocazioni degli inquirenti federali, in un interrogatorio durato circa un’ora e 40 minuti, avrebbe circostanziato meglio tali dichiarazioni, scagionando il tecnico della Juve, che in quella stagione sedeva sulla panchina pugliese.

Lunedi’ gli 007 della Figc, che indagano anche sulla presunta combine di Bari-Treviso (0-1, del maggio 2008), ascolteranno il catanese ed ex biancorosso, Giovanni Marchese. Mentre dovrebbero essere sentiti nuovamente gli ex baresi Marco Esposito e Jean Francois Gillet, attuale portiere del Torino.