Inchiesta Soget: Gaetano Monaco e Domenico Ludovico si dimettono

Soget SpA ci ha abituato ad improvvise cadute e a subitanee resurrezioni. Ma stavolta è peggio di tutte le altre, come la stessa Società sa o incomincia a capire, anche se preferiscono ancora negarlo. Il direttore Generale della Soget SpA, Gaetano Monaco e il Responsabile dell’Esecutivo, Domenico Ludovico sembrerebbe che siano stati costretti a dimettersi […]

Soget SpA ci ha abituato ad improvvise cadute e a subitanee resurrezioni. Ma stavolta è peggio di tutte le altre, come la stessa Società sa o incomincia a capire, anche se preferiscono ancora negarlo.

Il direttore Generale della Soget SpA, Gaetano Monaco e il Responsabile dell’Esecutivo, Domenico Ludovico sembrerebbe che siano stati costretti a dimettersi dai loro incarichi per evitare l’interdizione dall’Ufficio,un atto di pura e semplice disperazione.

Ciò sembrerebbe avvenuto ieri, lunedì 13 luglio, durante il lungo interrogatorio di circa 3 ore, nell’ambito dell‘inchiesta riguardante i presunti debiti cancellati di amministratori locali e politici. In fase d’indagine, la Procura avrebbe scoperto un elenco di 847 nomi fra cui 523 politici abruzzesi.

L’interrogatorio era solo un puro atto formale di garanzia, che difficilmente avrebbe evitato il provvedimento cautelare ai due dirigenti.

Durante l’interrogatorio l’ormai ex Direttore Generale della Soget,  Gaetano Monaco ha risposto a tutte le domande del Giudice e presentato una serie di documenti a sua discolpa ai quali, molto probabilmente, non ha creduto neppure lui.

L’ormai ex Responsabile dell’Esecutivo Domenico Ludovico, anch’egli indagato non ha risposto alle domande, sembrerebbe che si fosse limitato a mettere a conoscenza degli inquirenti le sue dimissioni dall’incarico, scottato forse dall’ultimo interrogatorio, dove tentò maldestramente di far cadere le sue responsabilità su di una segretaria, comportamento che lo portò da persona informata sui fatti ad indagato.

Di tali e importanti dimissioni, ancora sembrerebbe che non siano stati informati i dipendenti della Soget, soprattutto gli Ufficiali della Riscossione.

Quali provvedimenti prenderà il Presidente Lina Di Lello nei confronti dei suoi devoti due dirigenti, soprattutto per il danno irreparabile arrecato all’immagine dell’Azienda, qualunque siano le risultanze giudiziarie?

Con gli Ufficiali di Riscossione non reticenti la Presidente Di Lello non fu clemente, anzi solo perchè denunciavano le disposizioni illegittime impartite dall’ex Direttore Generale, Gaetano Monaco e dall’ex Responsabile dell’Esecutivo Domenico Ludovico, venivano tartassati da lettere di contestazione di addebito disciplinare e licenziati.

Sorge spontaneo chiedersi, ora i politici abruzzesi, e non solo, chi chiameranno per avere lo sconto delle tasse, il Presidente Lina Di Lello, la Dirigente Patrizia Marinelli, oppure continueranno tranquillamente a telefonare all’ex Direttore Generale Gaetano Monaco, considerato che sia quest’ultimo che l’ex Responsabile dell’Esecutivo, Domenico Ludovico rimangono ancora saldamente alle dipendenze Soget?