Inchiesta Soget: notifiche irregolari

Numerose sono le denunce arrivate nella nostra redazione sulla condotta Soget SpA che perseguita onesti contribuenti. Tra le tante segnalazioni, dopo le accurate verifiche, riportiamo quella di giovedì mattina. 16 luglio 2015, di un messo notificatore in servizio presso la Soget, il quale ha affermato: “I vertici aziendali costringono i messi notificatori a non notificare regolarmente le […]

Numerose sono le denunce arrivate nella nostra redazione sulla condotta Soget SpA che perseguita onesti contribuenti. Tra le tante segnalazioni, dopo le accurate verifiche, riportiamo quella di giovedì mattina. 16 luglio 2015, di un messo notificatore in servizio presso la Soget, il quale ha affermato: “I vertici aziendali costringono i messi notificatori a non notificare regolarmente le singole cartelle fino a 100 euro.
Preciso che quando il messo si deve recare da un contribuente per notificargli una cartella di importo non superiore ai 100 euro, deve limitarsi a staccare la relata dalla busta e a lasciare il plico nella buca delle lettere, evitando così le complesse e costose procedure di notificazione in caso di assenza del contribuente medesimo (art 140 c.p.c. ; art. 60 comma b-bis DPR 600/73).
Ma non è finita qui.
Noi messi non ci siamo limitati a questo, difatti nella fattispecie risultano esserci delle relate di notifica compilate ad hoc dove il notificatore certifica, con tanto di firma anche se non è obbligatoria, che la cartella è stata consegnata al diretto interessato (art. 138 c.p.c.) , guarda caso l’unico modo possibile per evitare spese di raccomandata e le lunghe procedure previste in caso di assenza dal domicilio del contribuente medesimo.

Oltre alla evidente gravità e rilevanza penale dei fatti, facciamo notare che per la notifica alla Soget è riconosciuto un rimborso spese di 5,88 a cartella che, in caso di inesigibilità, ricadono sull’Ente Impositore (art. 17 comma 6 lett. a) e comma 7-ter e art. 19 comma 1 D.Lgs 112/99).

Tali operazioni avvengono in modo scientifico almeno dalla metà del 2013 a oggi”, ha concluso il messo notificatore.

Un Ufficiale della Riscossione non reticente a riguardo ha affermato: “Ho raccolto quando ero in servizio diverse lamentele sulle notifiche dai contribuenti, che alla visualizzazione della relata, disconoscevano la propria firma. Da qui il mio esposto e l’invito agli stessi a rivolgersi all’Autorità Giudiziaria.
La questione delle notifiche ‘farlocche‘ è nota a tutti in azienda, soprattutto a noi Ufficiali della Riscossione. In Soget quando si presenta un contribuente che chiede di visualizzare la relata di notifica di una cartella, che l’esattore è obbligato a mostrare (art. 26 comma 5 D.P.R. 602/73) , tremano i polsi, la Dirigenza ha più volte tentato di non rendere accessibile tale consultazione, anche a noi Ufficiali della Riscossione”. (Allegato N)

Un assurdo ed indebito balzello che rende più difficile il rapporto cittadino-fisco
Chiediamo ad alta voce, come spesso abbiamo fatto dalle pagine del nostro giornale, alle autorità competenti di fare chiarezza e ci complimentiamo per l’ottimo lavoro del Pm Gennaro Varone che a piccoli passi sta scoperchiando il vaso di Pandora.
Giustizia la si chiede per quegli Ufficiali della Riscossione non reticenti che hanno pagato sulla propria pelle la rettitudine morale e professionale e per quei contribuenti che per paura hanno pagato tutte le somme indebitamente impostegli da Soget per fantomatiche spese che dovrebbero esser subito rimborsati per il maltolto. Oramai non si tratta più di errori giustificabili, fisiologici, Soget dovrebbe chiedere scusa ai contribuenti e rimborsare subito e con i giusti interessi  quanto indebitamente preteso e trattenuto, al fine di ristabilire un giusto rapporto tra cittadino e fisco, altrimenti si svilupperanno contenziosi infiniti che finiranno solo per agevolare i soliti furbi, vedesi “lista Gaetano Monaco” di 834 “Illustri debitori”, che non vogliono pagare le tasse danneggiando gli onesti contribuenti rimasti vittima di un sistema di riscossione medioevale e poco trasparente.

Vademecum per difendersi dagli abusi di Soget e dai suoi Funzionari (a cura degli Ufficiali di riscossione non reticenti):

DENUNCIATE!
Se avete subito un pignoramento mobiliare dell’Ufficiale della Riscossione Soget con titoli scaduti, ovvero ingiunzioni e/o cartelle notificate da più di un anno e, per evitarlo, avete pagato nelle mani dell’Ufficiale della Riscossione della Soget il debito con l’ulteriore aggravio delle spese esecutive illegittime.
La data dell’ultima notifica valida delle singole ingiunzioni e/o cartelle deve essere obbligatoriamente riportata sull’atto di pignoramento o sulla quietanza liberatoria.
Inoltre, se l’esecuzione è avvenuta per crediti fino a 2000 euro (dal 13/07/11 al 31/12/12) o fino a 1000 euro (dal 01/01/13 a oggi), controllate se è stata preceduta dai relativi solleciti obbligatori per legge, che in mancanza renderebbero ulteriormente illegittima l’azione subita.
Le somme così addebitate o riscosse indebitamente sono identificabili, per la maggior parte dei casi, dalle seguenti cifre, che devono essere riportate obbligatoriamente sull’atto di pignoramento o di quietanza liberatoria: 18,59 – 37,18 – 55,77.

DENUNCIATE!
Se con le stesse illegalità avete subito dall’Ufficiale della Riscossione Soget un pignoramento della pensione, dello stipendio, dell’affitto, del conto corrente o di altro credito.
Controllate se l’atto vi sia stato mai notificato o se è stato notificato con inspiegabile ritardo rispetto a quando è stato notificato al terzo debitore.
Le somme così addebitate o riscosse indebitamente sono identificabili, per la maggior parte dei casi, dalle seguenti cifre, che devono essere riportate obbligatoriamente sull’atto: 27,89 – 55,78.

DENUNCIATE!
Se avete subito dalla Soget un preavviso di fermo amministrativo per crediti fino a 2000 euro (dal 13/07/11 al 31/12/12) o fino a 1000 euro (dal 01/01/13 a oggi), senza essere stato preceduto dai relativi solleciti obbligatori per legge e se vi siano state addebitate e riscosse le spese dell’atto, anche se fosse legittimo, prima della scadenza del preavviso (20 g g. a partire dal ricevimento della Raccomandata AR fino al 21/06/13; 30 gg. a partire dal ricevimento della Raccomandata AR dal 22/06/13).
Le somme così addebitate o riscosse indebitamente sono identificabili, per la maggior parte dei casi, dalle seguenti cifre, che devono essere riportate obbligatoriamente sull’atto: 30,99 – 61,98.

DENUNCIATE!
Se avete subito dalla Soget una iscrizione ipotecaria per debiti inferiori agli 8000 euro (dal 03/12/05 al 01/03/12) poiché illegittime. Link sentenze… (Doc a
Le somme così addebitate o riscosse indebitamente sono identificabili, per la maggior parte dei casi, dalle seguenti cifre, che devono essere riportate obbligatoriamente sull’atto: 211,75 – 423,50 – 635,25.

DENUNCIATE!
Se la Soget detiene le somme versate in eccedenza dal contribuente senza effettuare l’obbligatorio rimborso nei termini di legge. Recatevi in uno sportello Soget e chiedete se avete delle somme in eccedenza da avere a rimbroso.

DENUNCIATE!
I vostri comuni che continuano ad affidare il servizio di riscossione volontaria e coattiva delle loro entrate a Soget, nonostante la società pescarese sia inaffidabile. (Alllegato a)

Per completezza dell’informazione vedi anche:Inchiesta Soget: Gaetano Monaco e Domenico Ludovico si dimettonoInchiesta Soget: l’abbraccio mortale con la politica scopre il vaso di Pandora,Inchiesta Soget: chiesta l’interdizione di Monaco e LudovicoInchiesta Soget SpA: altro indagato e scoppia guerra tra Azienda e UfficialiInchiesta Soget SpA: lungo interrogatorio in Procura per un Ufficiale della Riscossione non reticente. Nuova svolta?L’Affaire Soget SpA,Affari e intrecci Soget SpA: Enti locali, politici, vip… e gli Ufficiali della Riscossione?Ufficiali Riscossione Soget SpA sottomessi e con disastri psichiciInchiesta Soget SpA : Sospiri, non riguarda mie sanzioni ‘esigibili’Inchiesta Soget SpA: rigettato ricorso contro sequestro documentiInchiesta Soget: ricorso contro provvedimento sequestro documentiSoget SpA: indagato Gaetano Monaco per truffaSOGET SpA: prassi aziendale illecita, lavoratori emarginatiSoget SpA: gravi violazioni nelle procedure esattoriali