Unioni civili: Pezzopane, ostilita’ dietro no ad adozioni

“La ricerca delle migliori e piu’ garantiste procedure per l’adozione di un figlio del compagno/a nell’unione civile con l’emendamento Lumia e’ cosa buona e giusta. Ma dietro il no all’adozione si manifestano ostilita’ che con la protezione del bambino non c’entrano nulla. E basta con questa storia del bene assoluto e della felicita’ per i […]

“La ricerca delle migliori e piu’ garantiste procedure per l’adozione di un figlio del compagno/a nell’unione civile con l’emendamento Lumia e’ cosa buona e giusta. Ma dietro il no all’adozione si manifestano ostilita’ che con la protezione del bambino non c’entrano nulla. E basta con questa storia del bene assoluto e della felicita’ per i bambini solo nella coppia tradizionale!”. Lo scrive la senatrice del Pd Stefania Pezzopane in un post su Facebook.

“Ma dove vivono – prosegue Pezzopane – i cultori della coppia eterosessuale, di cui all’improvviso e’ pieno il Senato, per cui esistono figli di serie A e figli di serie B? Secondo questi geni solo nella famiglia cosiddetta tradizionale ci sono veri figli e autentici padri e madri. Eppure conosco bimbi e ragazze placidamente violentati dal padre di famiglia etero con la compiacenza della madre, conosco madri aggressive e padri violenti, conosco ragazzi straordinari figli di ragazza madre, conosco bimbi cresciuti solo dal padre perche’ la madre e’ andata via quando il figlio era neonato, conosco me stessa e tanti come me cresciuti purtroppo senza padre e con una madre vedova, conosco bimbi felici tolti ai genitori e affidati alla nonna. Conosco madri e padri divorziati e separati che svolgono in maniera efficace e straordinaria il loro ruolo. Insomma – aggiunge la senatrice – i ragazzi ed i bambini hanno uno straordinario potenziale, purche’ amati. Anni fa anche i bimbi cosiddetti illegittimi erano bambini di serie B. Essere nati fuori dal matrimonio li rendeva privi di diritti. L’amore. Solo questo rende felici e i bimbi sereni. Il resto sono ipocrisie che vogliono riportarci a quanto non c’e’ e non ci sara’ mai piu’. E se per una volta guardassimo all’obiettivo di rendere felici un po’ di persone invece di essere ossessionati da stereotipi infondati? Andiamo avanti al Senato, diritti per i diritti, con l’esame del ddl Cirinna’. E le coppie senza figli non sono anche loro famiglia? La famiglia non e’ solo quella che dicono loro – conclude Pezzopane – cosi’ offendono milioni di bambini e ragazzi. Milioni di padri e di madri carichi d’amore”.