Berlino, morta Fabrizia Di Lorenzo. Grasso: “Figlia di un’Italia che guarda a Ue come casa”

Tra  le vittime della strage del 19 dicembre a Berlino c’è Fabrizia Di Lorenzo, la trentenne italiana. La giovane si è laureata prima a ‘La Sapienza’ a Roma, in mediazione linguistico-culturale, quindi in relazioni internazionali e diplomatiche a Bologna. Di Lorenzo ha passato anche un periodo Erasmus in Germania, tra il 2006 e 2007, alla […]

Tra  le vittime della strage del 19 dicembre a Berlino c’è Fabrizia Di Lorenzo, la trentenne italiana.

La giovane si è laureata prima a ‘La Sapienza’ a Roma, in mediazione linguistico-culturale, quindi in relazioni internazionali e diplomatiche a Bologna. Di Lorenzo ha passato anche un periodo Erasmus in Germania, tra il 2006 e 2007, alla Libera università di Berlino (Freie Universitat).

Fabrizia: orgogliosa figlia di un’Italia che guarda all’Europa come alla propria casa, giovane vita di donna spezzata per sempre dalla violenza e dall’estremismo. Come Valeria Solesin, uccisa un anno fa negli attentati di Parigi”. Lo scrive su Facebook il presidente del Senato Pietro Grasso. “Sono state ore di angoscia ma adesso anche la più flebile speranza si è spenta. In questo momento di indescrivibile dolore, che riguarda tutta la nostra comunità nazionale – aggiunge – sono vicino con il cuore alla sua famiglia e a quanti le volevano bene”.