Ue, Juncker: “Più velocità? Nessuna nuova linea di divisione”

Il presidente della Commissione Ue Jean-Claude Juncker, nel corso della conferenza stampa conclusiva del Consiglio europeo, ha detto:”Sullo scenario a diverse velocità voglio essere molto chiaro: i cinque scenari che la Commissione ha proposto nel suo libro bianco non sono gli scenari preferiti dalla Commissione ma le idee che sono girate e che sono state […]

Il presidente della Commissione Ue Jean-Claude Juncker, nel corso della conferenza stampa conclusiva del Consiglio europeo, ha detto:”Sullo scenario a diverse velocità voglio essere molto chiaro: i cinque scenari che la Commissione ha proposto nel suo libro bianco non sono gli scenari preferiti dalla Commissione ma le idee che sono girate e che sono state discusse dagli Stati membri. Per quanto riguarda lo scenario a diverse velocità ho notato, non senza sorpresa, che per alcuni questo è un modo di introdurre una nuova linea di divisione, una cortina di ferro tra Est e Ovest. Non è questa l’intenzione“.

“Il punto di partenza – ha aggiunto – è l’Europa a 27 che si muova insieme come Unione. Questo è il punto di partenza. E poi la cosiddetta Europa a più velocità, espressione che io non uso mai, è riferita a uno scenario in cui chi vuole di più più, può fare di più. Non cambieremo i trattati. I trattati di oggi saranno i trattati di domani”.