Addio a Mauro Zaffiri. Il ricordo di Morelli e della Pezzopane

Stanotte se n’è andato Mauro Zaffiri, un pezzo importante della storia sportiva dell’Abruzzo. Mauro era il presidente dell’Aquila Rugby Club, e per decenni è stato un protagonista del movimento. Una personalità di spicco del rugby abruzzese e nazionale, fin dai tempi del Cus, e poi con L’Aquila Rugby, passando per la Gran Sasso e anche […]

Stanotte se n’è andato Mauro Zaffiri, un pezzo importante della storia sportiva dell’Abruzzo. Mauro era il presidente dell’Aquila Rugby Club, e per decenni è stato un protagonista del movimento. Una personalità di spicco del rugby abruzzese e nazionale, fin dai tempi del Cus, e poi con L’Aquila Rugby, passando per la Gran Sasso e anche per il ruolo di presidente del Comitato regionale, che oggi ho avuto l’onore di ereditare.

Giorgio Morelli, presidente di FIR Abruzzo, lo ricorda così:  “Mai domo, era un vero combattente, come ogni rugbista che si rispetti. Ha lottato fino all’ultimo respiro contro la malattia, e alla fine ha passato la palla. Ma la sua generosità e il suo cuore rimarrà per sempre da esempio per tutti noi, per i giovani atleti, per le generazioni future”.

La Senatrice Stefania Pezzopane sulla dolorosa perdita di Mauro Zaffiri ha detto: “Non c’è più Mauro Zaffiri. Ad Antonella, Maurizio, Giulia ed a tutti i suoi parenti ed amici porgo le mie condoglianze. La città ed il mondo del rugby perdono un riferimento essenziale. Un combattente nella politica, nel rugby, nella vita. Ero una studentessa del liceo quando entrai nella FGCI di cui lui era Segretario. Lo conosco da una vita. Anni di lotte, manifestazioni, grandi fermenti, politica ed impegno civile. Una mente acuta, innamoratissimo della sua città. Poi il terremoto ed il suo impegno dentro i comitati e sempre tra politica e rugby. Con Mauro ci si abbracciava con energia e si rideva, per poi magari discutere animatamente e senza ipocrisie ed omertà. Un uomo speciale. Un pezzo della mia vita e della mia esperienza politica. Sapevo della sua malattia e ammiravo la sua resistenza. Non ce l’ha fatta purtroppo. Mauro ha passato la palla. E noi lo piangiamo.”