Maltempo: temporali in tutta l’Italia peninsulare

Persistera’ nelle prossime ore la perturbazione in atto sul nostro Paese ed insistera’ in particolare sulle regioni peninsulari apportando ancora precipitazioni significative al Sud e sul medio Adriatico, specialmente sull’Abruzzo. Dalla notte, inoltre, un nuovo impulso instabile interessera’ il Nord-Est con rovesci e temporali ed un rinforzo dei venti nord-orientali. Sulla base delle previsioni disponibili, […]

Persistera’ nelle prossime ore la perturbazione in atto sul nostro Paese ed insistera’ in particolare sulle regioni peninsulari apportando ancora precipitazioni significative al Sud e sul medio Adriatico, specialmente sull’Abruzzo. Dalla notte, inoltre, un nuovo impulso instabile interessera’ il Nord-Est con rovesci e temporali ed un rinforzo dei venti nord-orientali. Sulla base delle previsioni disponibili, il Dipartimento della Protezione Civile d’intesa con le Regioni coinvolte – alle quali spetta l’attivazione dei sistemi di protezione civile nei territori interessati – ha emesso un ulteriore avviso di condizioni meteorologiche avverse che integra ed estende quelli diffusi nelle giornate precedenti. I fenomeni meteo, impattando sulle diverse aree del Paese, potrebbero determinare delle criticita’ idrogeologiche e idrauliche che sono riportate, in una sintesi nazionale, nel bollettino di criticita’ consultabile sul sito del Dipartimento (www.protezionecivile.gov.it). L’avviso prevede dal pomeriggio di oggi, lunedi’ 11 settembre, il persistere di precipitazioni a prevalente carattere di rovescio o temporale sull’Abruzzo. Dalle prime ore di domani, martedi’ 12 settembre, si prevedono precipitazioni a prevalente carattere di rovescio o temporale su Friuli Venezia Giulia e Veneto. I fenomeni temporaleschi saranno accompagnati da rovesci di forte intensita’, frequente attivita’ elettrica, locali grandinate e forti raffiche di vento. Sulla base dei fenomeni previsti e’ stata valutata per domani un’allerta arancione per rischio idrogeologico sulla Calabria, su alcuni settori della Basilicata e su gran parte del Veneto. E’ stata valutata un’allerta gialla invece sul resto della Basilicata e del Veneto, sulla Campania, su gran parte dell’Abruzzo, sul Friuli Venezia Giulia e su alcuni settori di Toscana e Lombardia.