Scuola: 8,6 mln di studenti tornano tra i banchi “solo col diario…”

“Modalita’ e’ bravo ma non si applica attivata”. E’ uno dei post pubblicati sui social dai tanti studenti che questa settimana tornano tra i banchi di scuola. Tutti pronti, o quasi, per il grande rientro. Secondo i dati diffusi dal ministero dell’Istruzione sono 8,6 milioni le ragazze e i ragazzi che a partire da oggi […]

“Modalita’ e’ bravo ma non si applica attivata”. E’ uno dei post pubblicati sui social dai tanti studenti che questa settimana tornano tra i banchi di scuola. Tutti pronti, o quasi, per il grande rientro. Secondo i dati diffusi dal ministero dell’Istruzione sono 8,6 milioni le ragazze e i ragazzi che a partire da oggi e fino a venerdi’ 15 settembre, a seconda dei calendari regionali, hanno varcato o varcheranno le porte delle loro aule. In particolare, per quanto riguarda la scuola statale, 948.900 bambini frequenteranno la scuola dell’infanzia, 2.538.095 la scuola primaria, 1.637.535 i ragazzi della secondaria di I grado e 2.633.319 quella di II grado. Sempre secondo i dati del Miur il numero delle studentesse e degli studenti per l’anno scolastico 2017/2018 e’ in leggero calo, lo scorso anno infatti gli iscritti erano 7.816.408. Il decremento piu’ consistente si verifica in quattro regioni del Sud: -13.915 in Campania, -12.141 in Sicilia, -10.106 in Puglia, -5.624 in Calabria. Sempre nella scuola statale sono 234.658 le alunne e gli alunni con disabilita’. Di questi, 19.571 frequenteranno la scuola dell’infanzia, 83.232 quella primaria, 65.905 la secondaria di I grado, 65.950 quella di secondo grado. Tra l’emozione, la disperazione e l’ironia gli studenti esprimono i loro stati d’animo sui social. C’e’ chi e’ felice di tornare ma solo per rivedere i compagni di classe, chi invece – passando da un ciclo di studi ad un altro – e’ curioso ed emozionato di conoscere una nuova realta’. Tutti concordi su un aspetto pero’: il primo giorno si porta “solo il diario, tanto non se fa mai niente”, recita una delle frasi di Osho condivisa da tanti follower. Ma tra i banchi tornano anche i docenti che quest’anno – fra organico di diritto (quello stabile) e organico di fatto, quello adeguato alle esigenze espresse di anno in anno dalle scuole, soprattutto sul sostegno – sono oltre 800mila