Pescara: Fondimpresa Abruzzo incontra la stampa, 22 Novembre

La conferenza “Fondimpresa Abruzzo incontra la stampa: realtà ed opportunità del Fondo interprofessionale per la formazione continua di Confindustria, Cgil, Cisl e Uil”, avrà luogo il giorno mercoledì 22 Novembre, alle ore 11.00, presso la Sala Consiglio di Confindustria Chieti Pescara (Via Raiale 110 bis). Scopo principale dell’iniziativa è condividere la Mission di Fondimpresa – […]

La conferenza “Fondimpresa Abruzzo incontra la stampa: realtà ed opportunità del Fondo interprofessionale per la formazione continua di Confindustria, Cgil, Cisl e Uil”, avrà luogo il giorno mercoledì 22 Novembre, alle ore 11.00, presso la Sala Consiglio di Confindustria Chieti Pescara (Via Raiale 110 bis).

Scopo principale dell’iniziativa è condividere la Mission di Fondimpresa – il Fondo più importante in Italia in termini di aziende aderenti e lavoratori rappresentati – che vede tra i suoi obiettivi prioritari rendere semplice e accessibile la formazione in azienda, leva indispensabile per l’innovazione, lo sviluppo e l’adeguamento delle professionalità ai nuovi paradigmi di Industria 4.0. Verranno illustrate le numerose opportunità offerte dal Fondo, le modalità di accesso ai meccanismi agevolativi e le attività di Fondimpresa Abruzzo, che vanta una struttura operativa a L’Aquila che fornisce assistenza e supporto nell’attivazione e gestione dei piani formativi.

All’iniziativa interverranno i vertici di Fondimpresa Abruzzo, Nicola Di Giovannantonio -Presidente Fondimpresa Abruzzo, Monica Di Cola -Vice Presidente (UIL Abruzzo), ed i componenti il Consiglio di Amministrazione di parte datoriale e sindacale: Giuseppe D’Amico (Direttore Confindustria Abruzzo), Luigi Di Giosaffatte (Direttore Generale Confindustria Chieti Pescara), Carlo Imperatore (Direttore Confindustria L’Aquila Abruzzo Interno), Rita Innocenzi (Segreteria Regionale CGIL), Rocco Rossi (CGIL Abruzzo), Leo Pio Malandra (Segretario generale Cisl Abruzzo Molise).

Nel corso della conferenza sarà sottolineata l’importanza della bilateralità nella gestione delle risorse disponibili per la formazione continua; il ruolo dei Fondi interprofessionali nelle politiche attive del lavoro; la possibile e auspicata sinergia con le politiche regionali per il rilancio di politiche attive a sostegno dell’occupazione, della produttività, delle competenze.