Regionali Lazio: Pirozzi: “Mi candido non per potere ma per dare voce ai territori”

“Sono qui oggi non per annunciarvi che mi candido, perche’ questo lo sapete gia’, ma vi chiedo perche’ mi dovrei candidare? Rispondo io: non per bramosia di potere, non per fare gli interessi di qualcuno ma perche’ penso sia giusto ridare voce ai territori, ai sindaci, al mondo del volontariato, dei professionisti che hanno lasciato […]

Sono qui oggi non per annunciarvi che mi candido, perche’ questo lo sapete gia’, ma vi chiedo perche’ mi dovrei candidare? Rispondo io: non per bramosia di potere, non per fare gli interessi di qualcuno ma perche’ penso sia giusto ridare voce ai territori, ai sindaci, al mondo del volontariato, dei professionisti che hanno lasciato nella loro vita un’impronta”. A dirlo nel corso di una conferenza stampa in corso a Roma, il sindaco di Amatrice, Sergio Pirozzi, candidato alla Regione Lazio.

Pirozzi ha poi proseguito: “Io sono impegnato da 22 anni nella pubblica amministrazione, ne ho incontrati tanti di professionisti che senza intendere la politica come professione ha cercato di lasciare qualcosa di se’, questo sara’ il target della nostra lista. È chiaro che noi non abbiamo niente da perdere, nel senso che tutti noi abbiamo gia’ un lavoro, io penso che ognuno di noi abbia voglia di lasciare qualcosa del suo passaggio nella vita. Per cui il mondo che fara’ parte della mia lista sara’ di questo target”