“I mille Abruzzi”: a Pineto il nuovo libro di Umberto Braccili

Presentazione del nuovo libro del giornalista Rai Umberto Braccili, edito da Ricerche&Redazioni, venerdì 24 novembre alle ore 18, presso Villa Filiani a Pineto (AQ). All’evento sarà presente l’autore, e dopo l’introduzione del sindaco di Pineto Robert Verrocchio, interverranno Claudio Ferrante, presidente dell’Associazione “Carrozzine Determinate” e Manolo Pelusi, presidente dell’Associazione “Abilbyte”. “I mille Abruzzi. Gente felice, […]

Presentazione del nuovo libro del giornalista Rai Umberto Braccili, edito da Ricerche&Redazioni, venerdì 24 novembre alle ore 18, presso Villa Filiani a Pineto (AQ).

All’evento sarà presente l’autore, e dopo l’introduzione del sindaco di Pineto Robert Verrocchio, interverranno Claudio Ferrante, presidente dell’Associazione “Carrozzine Determinate” e Manolo Pelusi, presidente dell’Associazione “Abilbyte”.

“I mille Abruzzi. Gente felice, triste e incazzata nella regione forte, gentile e martoriata” è un racconto che segue le emozioni, rabbie e sogni che nascono prima, durante e dopo un servizio televisivo. C’è il paese “senza partita iva” dove poche decine di persone vivono senza nessuna comodità ma sono felici lo stesso. C’è la persona che soffre perché a volte la politica non segue una logica. Ci sono “gli invisibili” che magari vestono in giacca e cravatta ma non hanno i soldi per mangiare, o donne massacrate di botte dai compagni che spesso la fanno franca perché “se parli ti togliamo il bambino”. C’è la professionista informatica che, licenziata dalla ditta, non si è persa d’animo e ha intrapreso una nuova avventura lavorativa, il ciabattino. Un capitolo ospita “i supereroi”, gente in gamba, preparata che lotta per gli altri, insomma il sindaco potenzialmente perfetto che, ovviamente, la politica non chiama mai per quella carica elettiva. Nel libro, poi, si ritrovano le mille tradizioni dei piccoli borghi. L’ultimo capitolo, dove l’autore esce di scena, ospita venti racconti di altrettanti scrittori che parlano di insegnamenti di genitori e nonni, storie del passato, delicate, importanti, da raccontare alle nuove generazioni.

Parte del ricavato dalla venduta del volume sarà destinata a un progetto della Onlus “Abilbyte”.