1 Maggio: torna il Concertone, Nannini star del Festival Rock

L’ironia di Lodo, l’esperienza di Ambra Angiolini. Tutto a fare da contorno ad un tema importantissimo come puo’ essere quello della sicurezza sul lavoro. Se ne e’ parlato oggi a Roma, presso la sede Rai di viale Mazzini, in occasione della conferenza stampa di presentazione del Concertone del 1 maggio, da tradizione a Piazza San […]

L’ironia di Lodo, l’esperienza di Ambra Angiolini. Tutto a fare da contorno ad un tema importantissimo come puo’ essere quello della sicurezza sul lavoro. Se ne e’ parlato oggi a Roma, presso la sede Rai di viale Mazzini, in occasione della conferenza stampa di presentazione del Concertone del 1 maggio, da tradizione a Piazza San Giovanni in Laterano. Promosso da Cgil, Cisl e Uil e organizzato da iCompany, torna l’atteso appuntamento con il concerto del primo maggio a Roma che, anche quest’anno, sara’ in diretta da Piazza San Giovanni in Laterano per 8 intense ore di musica, dalle 15 a mezzanotte su Rai 3 e dalle 16 anche in diretta su Rai Radio2. Quest’anno Rai Radio2, oltre a seguire l’evento on air dalle ore 16 a mezzanotte, per la prima volta raccontera’ il backstage del Concertone in diretta sulla pagina Facebook di Radio2 e il canale YouTube della Rai e sara’ presente in piazza con una conduzione interamente al femminile, composta da Andrea Delogu, Ema Stokholma, Melissa Greta Marchetto e Carolina Di Domenico. Centinaia gli eventi per tutto il paese, sara’ Prato ad ospitare il tradizionale corteo dei lavoratori e il comizio dei tre leader sindacali, Susanna Camusso, Annamaria Furlan e Carmelo Barbagallo. La citta’, sottolineano i sindacati, “rappresenta un’importante e simbolica realta’ industriale dove il tema della salute e sicurezza nei luoghi di lavoro e’ fortemente sentito”. All’alba si recheranno a Massa Carrara per deporre una corona di fiori per ricordare i morti sul lavoro. “Il 1 maggio e’ una festa, una vetrina, ma anche una occasione per riflettere”, ha detto Stefano Coletta, direttore di Raitre. Alla conferenza hanno preso parte anche i segretari confederali organizzativi di Cgil, Cisl e Uil, Nino Baseotto, Giovanna Ventura e Pierpaolo Bombardieri. Baseotto ha ricordato che “nei primi 4 mesi dell’anno cis ono stati 160 morti sul lavoro, piu’ di 40 morti al mese. La sicurezza deve interrogare tutti, la sicurezza sul lavoro e’ una emergenza nazionale”. Per Ventura, invece, “la sicurezza e’ il cuore del lavoro. Quando ci sono morti sul lavoro, si parla quasi sempre di fatalita’ o di incidente. Ma per la maggior parte delle volte e’ sempre per disinteresse per la salute e per la sicurezza delle persone”. L’Italia, secondo Bombardieri, “i numeri della disoccupazione giovanile hanno una ricaduta diversa se andiamo a vedere al sud. Abbiamo una nazione a 2 velocita’. Il tema della sicurezza sul lavoro e’ una guerra, abbiamo mille morti l’anno”. In conferenza Lodo e Ambra hanno dato un assaggio di quello che vedremo sul palco di San Giovanni. I due, che non si erano mai conosciuti prima, hanno mostrato invece una affinita’ immediata: “Non sono mica la tua badante- ha esordito Ambra- Al limite la tata”. La replica di Lodo: “Tata? Mi piace…mi si apre il cuore! Penso che andra’ tutto bene”, ha detto tra le risate generali. I conduttori hanno annunciato che non percepiranno il proprio compenso, che hanno deciso di destinare ad un progetto, pero’ da definire: “Un progetto per i giovani che abbiano voglia di cominciare ma che non possono”. Oppure, considerando il tema di questo primo maggio, ovvero la sicurezza di cui parlarne nelle scuole. A sorpresa, per i giornalisti, si e’ presentata Gianna Nannini: “Questo e’ un festival rock- ha detto la cantautrice toscana, arrivata in conferenza con le stampelle, ‘ricordo’ di una caduta in un concerto a Genova di poche settimane fa- Si apre nuova pagina della musica italiana. C’e’ un fermento nascente, e’ una grande occasione. Ognuno ha il suo rock, noi questa realta’. Quest’anno piu degli altri anni e’ importante”. Parlare di sociale in spazi come questo “e’ una grossa chance, meglio della politica che ha portato pochi risultati. Meno chiacchiere e piu’ musica. Cosa faro’ nella mia esibizione? Sara’ una sorpresa. Sara’ fenomenale”. Questi i nomi degli artisti confermati che saranno sul palco dell’edizione 2018 del Concerto del Primo Maggio: Gianna Nannini – Fatboy Slim – Max Gazze’ & Form – Carmen Consoli – Ermal Meta – Sfera Ebbasta – Lo Stato Sociale – Cosmo – Le Vibrazioni – Calibro 35 – i Ministri – The Zen Circus – Canova – Willie Peyote – Ultimo – Nitro – Achille Lauro e Boss Doms – Gazzelle – Francesca Michielin – Frah Quintale – Gemitaiz – Maria Antonietta – Galeffi – Mirkoeilcane – John De Leo – Wrongonyou – Dardust ft. Joan Thiele. Si aggiungono ai nomi in line up anche i vincitori dei contest che ogni anno danno la possibilita’ ad alcuni giovani e talentuosi artisti di calcare il palco di Piazza San Giovanni. Si esibiranno al Concertone 2018 in qualita’ di vincitori di 1M NEXT 2018: Erio, La Municipa’l e Zuin. Il vincitore assoluto verra’ poi proclamato durante l’evento ed avra’ la possibilita’ di ricevere i premi di Siae, Nuovo Imaie, Altoparlante e MEI. Sul palco di Piazza San Giovanni suoneranno anche Esposito (vincitore di Area Sanremo – concorso partner di 1M NEXT fin dal 2016), Braschi (selezionato dal contest iLiveMusic), Giorgio Baldari (dal contest musicale per la Sicurezza Stradale #buonmotivo) e gli Indigo Face, band alternative-pop londinese che ha trionfato alla finale di 1MEurope 2018 che si e’ svolta al Cargo2 di Londra.