Editoria: 423 intimidazioni a giornalisti nel 2107 (84 aggressioni)

Tante sono le vittime italiane di violazioni alla liberta’ di stampa commesse tramite minacce, querele e altri abusi. Nel 2017 l’osservatorio ‘Ossigeno per l’informazione’ ha pubblicato i nomi di 423 fra giornalisti e altri operatori dell’informazione colpiti in Italia nel corso di 216 attacchi “gravi e ingiustificabili”, commessi allo scopo di intimidirli o di limitare […]

Tante sono le vittime italiane di violazioni alla liberta’ di stampa commesse tramite minacce, querele e altri abusi. Nel 2017 l’osservatorio ‘Ossigeno per l’informazione’ ha pubblicato i nomi di 423 fra giornalisti e altri operatori dell’informazione colpiti in Italia nel corso di 216 attacchi “gravi e ingiustificabili”, commessi allo scopo di intimidirli o di limitare in altro modo il diritto di cronaca o di espressione. ‘Ossigeno’, in particolare, ha inquadrato le vittime degli episodi secondo le tipologie intimidatorie: 156 avvertimenti (37%), 84 aggressioni (20%), 17 danneggiamenti (4%), 136 denunce e azioni legali (32%), 30 ostacoli alla liberta’ di informazione (7%). I dati sono emersi oggi nella Capitale nel corso della conferenza stampa di presentazione della convenzione firmata dall’Ordine dei medici di Roma e dall’Associazione stampa Romana con l’obiettivo di combattere le aggressioni (fisiche o verbali) nei confronti degli operatori sanitari e dei giornalisti. “Durante il 2017- ha fatto sapere Loredana Colace di ‘Ossigeno’- sono state prese in considerazione 1.131 nuove segnalazioni di violenza e tutti i casi esaminati riguardano attacchi ingiustificabili (cioe’ minacce, intimidazioni, ritorsioni, discriminazioni e abusi) a giornalisti, blogger e altri operatori dell’informazione avvenuti in Italia”.

Dopo il primo livello dei controlli previsti dal metodo ‘Ossigeno’ per verificare la natura e la fondatezza degli episodi di cui viene a conoscenza, l’osservatorio ha pero’ scartato 723 episodi. “Le limitate risorse tecnico-professionali dell’osservatorio- hanno spiegato- hanno consentito di avviare la verifica soltanto di 216 delle altre 408 segnalazioni ritenute meritevoli di approfondimento”. Sugli attacchi e sulle iniziative promosse dall’osservatorio per difendere la liberta’ di informazione e promuovere la sicurezza dei giornalisti e la liberta’ di espressione, intanto, ‘Ossigeno’ ha prodotto, pubblicato sul suo sito web e diffuso 1.079 notizie originali (683 in italiano, 366 in inglese, 20 in spagnolo, 2 in tedesco, 8 in francese), 29 newsletter in italiano (‘Ultime notizie’) e 36 newsletter in inglese (‘Bad news’). Nel 2017, infine, la pagina ufficiale di ‘Ossigeno’ su Facebook ha ospitato 1.146 post, ricevendo un incremento di 788 like in media e 1.184 visualizzazioni per ogni post; sul suo profilo Twitter ha lanciato invece 2.822 tweet, che hanno ricevuto 438.700 visualizzazioni, 9.579 visite, 656 menzioni e 2.036 nuovi followers.