Avezzano (AQ), 7 giugno 2018: giornata scientifico-divulgativa dell’associazione Veronica Gaia di Orio

 Secondo l’Oms la depressione è tra le cause predominanti di malattia e disabilità nei ragazzi e nelle ragazze tra i 10 e i 19 anni. Un problema sottostimato che può essere prevenuto e curato efficacemente. Per lottare contro questo preoccupante fenomeno, è nata l’Associazione Veronica Gaia di Orio per la Ricerca e la Lotta alla Depressione […]

 Secondo l’Oms la depressione è tra le cause predominanti di malattia e disabilità nei ragazzi e nelle ragazze tra i 10 e i 19 anni. Un problema sottostimato che può essere prevenuto e curato efficacemente. Per lottare contro questo preoccupante fenomeno, è nata l’Associazione Veronica Gaia di Orio per la Ricerca e la Lotta alla Depressione Giovanile, intitolata all’indimenticabile figura della giovane studiosa di Storia dell’Arte, prematuramente scomparsa.

L’Associazione, che ha aperto una sede operativa anche nella Marsica, proprio per corrispondere alla sua mission di promozione di attività di tipo scientifico, culturale e sociale finalizzate alla lotta alla depressione giovanile, ha organizzato una giornata scientifico-divulgativa sul tema: “La depressione giovanile: il volto visibile e il volto invisibile”, che si svolgerà giovedì 7 giugno a partire dalle 8,30 presso il Castello Orsini di Avezzano (AQ).

L’incontro, che è rivolto a tutta la comunità e in particolare ai giovani, vede il coinvolgimento di qualificati docenti dell’Università dell’Aquila e dei referenti sanitari marsicani della salute mentale.Ferdinando di Orio, presidente dell’Associazione, aprirà i lavori del convegno, che sarà moderato da Massimo Casacchia e da Maria Pia Legge, e vedrà gli interventi di Paolo ManfredaEnzo SechiVincenza CofiniIlio LeonioAdelmo Di SalvatoreRita Roncone e Enrico Perilli.

“Saranno approfonditi – spiega Ferdinando di Orio – gli aspetti psicologici, epidemiologici, clinici, assistenziali e preventivi di un fenomeno – la depressione giovanile – in preoccupante aumentosoprattutto nei sui aspetti più nascosti a livello comunitario, con riferimenti specifici anche alla popolazione giovanile marsicana. Sarà un’occasione importante per individuare insieme le strategie più efficaci per combattere il fenomeno. Per questo ringrazio di cuore tutti i relatori che hanno accettato con entusiasmo di partecipare all’iniziativa”.

Il convegno ha il patrocinio di Comune di Avezzano, Fondazione Ordine Psicologi Abruzzo, Unicef, Asl1 L’Aquila Avezzano Sulmona, Università degli Studi dell’Aquila. Porteranno il loro saluto il sindaco di Avezzano Gabriele De Angelis, il Direttore del Dipartimento Mesva dell’Università dell’Aquila Guido Macchiarelli, il Direttore Generale della Asl1 Rinaldo Tordera, il Direttore del Centro di Salute Mentale della Marsica Patrizio Di Mizio.