Università: arrivano i dottori in turismo sostenibile

Dopo la laurea triennale in Scienze del Turismo a Imperia e il master in Management turistico e valorizzazione territoriale cofinanziato dalla Regione, l’Universita’ di Genova lancia per il prossimo anno accademico il corso di laurea magistrale in “Valorizzazione dei territori e turismi sostenibili”, gestito dal dipartimento di Scienze della Formazione nel polo didattico di Savona. […]

Dopo la laurea triennale in Scienze del Turismo a Imperia e il master in Management turistico e valorizzazione territoriale cofinanziato dalla Regione, l’Universita’ di Genova lancia per il prossimo anno accademico il corso di laurea magistrale in “Valorizzazione dei territori e turismi sostenibili”, gestito dal dipartimento di Scienze della Formazione nel polo didattico di Savona. La presentazione oggi pomeriggio nella sala della Trasparenza della Regione Liguria, con il governatore Giovanni Toti, l’assessore regionale al Turismo, Gianni Berrino, e il rettore, Paolo Comanducci. Il percorso formativo si articola su un primo anno comune e un secondo suddiviso su due curricula: “Valorizzazione dei territori” e “Turismi sostenibili”. Per l’iscrizione e’ necessario essere in possesso del titolo di laurea di primo livello nelle classi di Geografia, Scienze del turismo e Scienze della Comunicazione. Sono ammessi, inoltre, i laureati di altre classi, sia del nuovo che del vecchio ordinamento, che abbiano acquisito almeno 60 crediti nei settori scientifico-disciplinari indicati nell’ordinamento didattico. Per l’accesso al corso di laurea sono previsti due colloqui per verificare un’adeguata preparazione in ambito geografico e una buona conoscenza della lingua inglese. Terminato il precorso di studi, il laureato potra’ spendere le competenze acquisite nel campo della progettazione, della promozione, della comunicazione, della gestione e della valorizzazione dei territori e dei sistemi turistici sostenibili. Potra’ accedere ad organizzazioni pubbliche o private che operano in questi specifici campi professionali, con attivita’ di tipo direttivo, di consulenza qualificata, di progettazione e mediazione territoriale.

“Questo corso di laurea e’ particolarmente coerente con la nostra visione sulle politiche di sviluppo della regione, in cui il turismo e’ una delle tre gambe principali, assieme alla logistica e alla tecnologia- commenta Toti- e’ un modo ottimale per far crescere non solo Genova o la Liguria ma tutto il paese”. Per l’assessore Berrino, “creare un management giovane che sappia elaborare strategie di valorizzazione del territorio e’ indispensabile per stimolare iniziative rivolte a un turismo sempre piu’ ambientalmente sostenibile e destagionalizzato. Come Regione, siamo impegnati nel creare il giusto terreno perche’ i giovani laureati possano rimanere a lavorare in Liguria e dare un apporto di qualita’ a un settore strategico per lo sviluppo del nostro territorio”. Il rettore Comanducci, infine, sottolinea come l’Universita’ sia “impegnata da diversi anni, nella promozione e nella valorizzazione della preparazione professionale di figure altamente specializzate che abbiano conoscenze teoriche e competenze tecniche di alto livello. L’approccio multidisciplinare di questo corso consentira’ a ciascun laureato di misurarsi con il settore turistico sia a livello internazionale sia livello nazionale e locale. Le lezioni del corso triennale si svolgono a Imperia, quelle del corso magistrale a Savona, a testimonianza del fatto che l’Ateneo di Genova e’ sempre di piu’ l’Universita’ della Liguria”.