Coldiretti Abruzzo, giovani e donne: nuovi vertici

Nella singolare cornice del Mediamuseum di Pescara si è svolta questa mattina l’elezione dei vertici regionali di Coldiretti Giovani Impresa e Coldiretti Donne Impresa, i movimenti della principale organizzazione agricola che raggruppano rispettivamente gli imprenditori under 30 e le donne che lavorano in agricoltura. Il nuovo delegato di Coldiretti Giovani Impresa, che subentra a Pier […]

Nella singolare cornice del Mediamuseum di Pescara si è svolta questa mattina l’elezione dei vertici regionali di Coldiretti Giovani Impresa e Coldiretti Donne Impresa, i movimenti della principale organizzazione agricola che raggruppano rispettivamente gli imprenditori under 30 e le donne che lavorano in agricoltura. Il nuovo delegato di Coldiretti Giovani Impresa, che subentra a Pier Carmine Tilli di Casoli, è Giuseppe Scorrano, 29 anni, titolare di una azienda agricola ad indirizzo olivicolo e cerealicolo situata a Pianella, già delegato provinciale di Coldiretti Giovani Impresa Pescara, premiato per il forte senso di appartenenza e la lunga militanza, iniziata da giovanissimo, all’interno di Coldiretti.

“Un incarico importante che mi riempie di orgoglio – ha commentato il neoeletto delegato, che è laureato in economia e commercio – l’agricoltura è un settore vitale in cui i giovani sono sempre più protagonisti impegnati ogni giorno nella costruzione di un futuro fatto di innovazione, creatività e competenza. La figura dell’agricoltore è cambiata e noi dobbiamo dimostrarlo con azioni e risultati concreti”.

Per le donne è stata invece eletta Antonella Di Tonno, 38 anni, titolare delle cantine Talamonti di Loreto Aprutino. “La donna assume un ruolo sempre più definito e determinante all’interno dell’impresa agricola, non come semplice moglie o sorella dell’insediato – commenta Di Tonno – sono sempre di più le aziende agricole gestite da donne che si impongono per competenza in un settore considerato un tempo esclusivo appannaggio degli uomini. Pensando al futuro vedo una parola: innovazione”.

La doppia elezione è avvenuta a margine dell’incontro annuale dei consiglieri ecclesiastici regionali di Coldiretti che, dalle 10.30 fino alle 13, ha coinvolto i movimenti di Coldiretti in una riflessione sul futuro delle imprese agricole. A presiedere l’incontro con i sacerdoti è stato il Consigliere ecclesiastico nazionale Don Paolo Bonetti insieme a Don Juve Velondrazana, al presidente di Coldiretti Abruzzo Domenico Pasetti e al direttore Giulio Federici. “Un momento di riflessione importante che, in linea con le radici e la tradizione della nostra organizzazione, abbiamo voluto condividere con giovani e donne per un confronto sui grandi temi cari all’organizzazione – dice Giulio Federici, direttore Coldiretti Abruzzo – un incontro decisamente particolare da cui sono emersi spunti profondi che tracciano il cambiamento in atto in un settore considerato oggi fulcro dell’economia del Paese in particolare in Abruzzo dove l’agricoltura sta dando forti segnali di crescita e appeal”. Con l’occasione, è stata presentata la nuova squadra regionale che affiancherà per i prossimi 5 anni i neoeletti Scorrano e Di Tonno. Per i Giovani, il comitato regionale risulta composto da Giuseppe Scorrano (Coldiretti Giovani Impresa Abruzzo), Francesco Bruno Rubini (Pescara), Bianco Maria Sole (Chieti), Annagiulia Cordone (Teramo), De Santis Pietro (l’Aquila). Questa invece la composizione del coordinamento regionale delle Donne: Antonella Di Tonno (responsabile Coldiretti Donne Impresa Abruzzo), Marina Tatasciore (responsabile Donne Impresa Chieti), Antonella Marrone (responsabile Coldiretti Donne Impresa Teramo), Angiolina De Angelis (responsabile Pescara), Daniela Scrimieri (responsabile L’Aquila) e le componenti Melania Chiappini, Tastini Maria Teresa, Laura Di Benedetto, Enrica Silvestri, Mandelli Martina Veronica, Mancini Marina, Emanuela De Meis.