Caldo e sbalzi termici, ecco i vantaggi corretta idratazione

“La maggior parte dell’acqua presente nell’organismo e’ di origine esogena, ovvero che viene introdotta con le bevande e con gli alimenti. Bere di piu’, evitare l’acqua troppo fredda e gli alcolici, e cercare limitare caffe’ e bevande zuccherine rappresentano alcuni utili consigli per affrontare al meglio questo periodo, con l’obiettivo di idratarsi in maniera corretta […]

“La maggior parte dell’acqua presente nell’organismo e’ di origine esogena, ovvero che viene introdotta con le bevande e con gli alimenti. Bere di piu’, evitare l’acqua troppo fredda e gli alcolici, e cercare limitare caffe’ e bevande zuccherine rappresentano alcuni utili consigli per affrontare al meglio questo periodo, con l’obiettivo di idratarsi in maniera corretta e reintegrare i liquidi e i sali minerali persi a causa dell’aumento della sudorazione. È importante bere frequentemente, durante tutto l’arco della giornata, senza arrivare ad avere sete che e’, in realta’, il primo sintomo di uno stress idrico. Unita a un’adeguata alimentazione, l’acqua contribuisce inoltre all’eliminazione del carico tossinico e a migliorare e rafforzare la nostra salute”, spiega il professor Umberto Solimene, dell’Universita’ degli Studi di Milano, membro dell’Osservatorio Sanpellegrino, presidente Femtec, Federazione Mondiale del Termalismo. Una buona abitudine e’ quella di non aspettare stimolo della sete – che si attiva quando la perdita di acqua supera lo 0,5% del peso del corpo – ma di bere costantemente lungo l’intero arco della giornata. Un gesto semplice ma fondamentale, a maggior ragione per anziani e i bambini, categorie particolarmente ‘a rischio’ a causa di una minore efficienza dello stimolo della sete e dei meccanismi di compenso del bilancio idrico. Nei bambini ad esempio il senso della sete e’ meno sviluppato che negli adulti, ecco perche’ e’ fondamentale educarli a bere correttamente fin da piccoli, in modo che il semplice gesto di bere con frequenza un bicchiere o una bottiglietta di acqua diventi per loro parte normale della loro abitudini quotidiane.