Terremoto, Pirozzi: “Popolo delle seconde case potra’ tornare senza aspettare”

“Finalmente, almeno nel Lazio, il popolo delle seconde case potra’ tornare nelle terre martoriate dal sisma, senza aspettare una ricostruzione ferma al palo. Oggi abbiamo presentato un emendamento al collegato al bilancio della Regione Lazio, largamente condiviso con gli altri schieramenti politici rappresentati nella commissione Ricostruzione. L’emendamento trasferisce all’interno del collegato l’articolo 15 della proposta […]

“Finalmente, almeno nel Lazio, il popolo delle seconde case potra’ tornare nelle terre martoriate dal sisma, senza aspettare una ricostruzione ferma al palo. Oggi abbiamo presentato un emendamento al collegato al bilancio della Regione Lazio, largamente condiviso con gli altri schieramenti politici rappresentati nella commissione Ricostruzione. L’emendamento trasferisce all’interno del collegato l’articolo 15 della proposta di legge sulla ricostruzione che abbiamo presentato in tempi record a luglio e che permettera’, una volta approvato dall’Aula, ai proprietari di seconde case di installare per 5 anni al massimo un’abitazione temporanea ed amovibile su terreni di loro proprieta’. Si tratta di una misura urgente e innovativa che va a riempire un vuoto che i provvedimenti delle gestioni commissariali e delle Regioni non hanno mai colmato. I comuni maggiormente colpiti dal sisma di due anni fa hanno storicamente una vocazione alle seconde case, legate spesso alla storia familiare. Questo provvedimento offrira’ un’opportunita’ per tornare alle proprie radici ed evitare l’abbandono definitivo di quei territori”. Lo dichiara in una nota Sergio Pirozzi, presidente della XII Commissione (Tutela del territorio, erosione costiera, emergenze e grandi rischi, protezione civile, ricostruzione) del Consiglio regionale del Lazio.