Roma, Salvini: “Candidato Commissione Europea? mi piacerebbe”

 “Io il candidato del fronte sovranista per la Commissione europea? Se non hanno nulla di meglio…”. Lo dice Matteo Salvini, rispondendo a una domanda di Enrico Mentana, durante la presentazione del libro di Bruno Vespa, ‘Rivoluzione’. “Ne parliamo in primavera”. “Con il reddito di cittadinanza il rischio dei furbetti c’è”. Cercheremo di limitare al massimo i furbetti, […]

 “Io il candidato del fronte sovranista per la Commissione europea? Se non hanno nulla di meglio…”. Lo dice Matteo Salvini, rispondendo a una domanda di Enrico Mentana, durante la presentazione del libro di Bruno Vespa, ‘Rivoluzione’. “Ne parliamo in primavera”. “Con il reddito di cittadinanza il rischio dei furbetti c’è”. Cercheremo di limitare al massimo i furbetti, come per la flat tax rispetto alle finte partite Iva metteremo dei paletti, controlleremo”.  “Neanche per idea!”, quando gli si chiede se la riforma delle pensioni, con l’introduzione di quota 100, possa slittare a giugno. “Farsesca” la notizia di qualche tempo fa di Repubblica secondo cui “io ho incontrato Casaleggio che mai ho incontrato nella vita. Mi piacerebbe anche ma non è ancora accaduto”. “Sto ancora aspettando che il direttore di repubblica mi porti le prove dell’incontro”. “Non avevo la più lontana idea che avrei fatto un governo con m5s prima del 4 marzo. Non mi aveva mai sfiorato l’ipotesi. Non abbiamo mai parlato di programma comune Tanto che ci siamo dovuti mettere giorno e notte a scrivere il contratto di governo”. Fare il governo con i 5 stelle era “l’ultima delle cose che immaginavo” prima del voto del 4 marzo.. “Temevo molto peggio pero’. Devo dire che ho trovato una forza responsabile”, ha continuato il ministro dell’Interno, parlando degli alleati. A chi glielo chiedeva, Salvini ha spiegato che “e’ vero” che il Presidente della Repubblica aveva avvertito il centrodestra che non li avrebbe mandati “senza voti” in Parlamento al buio.