Morbillo: 2.427 casi, ecco dove resiste

Il 2018 aveva segnato una impennata dei casi di morbillo in Italia (picco ad aprile: 468 casi) ma dopo il primo semestre il fenomeno pare attenuarsi fino a 49 casi a settembre. Eppure, il morbillo ‘resiste’: ottobre ha contato 76 casi e novembre 51. Sta di fatto che il conto finale su 11 mesi in […]

Il 2018 aveva segnato una impennata dei casi di morbillo in Italia (picco ad aprile: 468 casi) ma dopo il primo semestre il fenomeno pare attenuarsi fino a 49 casi a settembre. Eppure, il morbillo ‘resiste’: ottobre ha contato 76 casi e novembre 51. Sta di fatto che il conto finale su 11 mesi in Italia segna 2.427 casi di morbillo (44 per milione di abitanti), il 50% segnalato dalla Sicilia (242 episodi eventi per milione di abitanti). La malattia colpisce soprattutto bimbi entro l’anno di eta’ (340 casi per milione). E varie regioni soffrono piu’ di altre: in 11 mesi la Sicilia conta 1.117 casi, 251 il Lazio, 241 la Campania, 176 la Calabria, 154 la Lombardia, 94 l’Emilia-Romagna e 85 la Toscana, 53 Liguria e Piemonte; le altre regioni contengono i casi entro le 50 unita’. La fotografia della situazione (segnalando ad esempio che circa il 47% dei casi ha riportato almeno una complicanza e ci sono stati otto decessi dall’inizio dell’anno) arriva dall’ultimo bollettino di sorveglianza su morbillo e rosolia dell’Istituto superiore di sanita’. Sicilia e Calabria, tra le regioni con piu’ casi, non ne hanno avuti a novembre, a differenza delle altre che risentono maggiormente della diffusione della malattia: 15 eventi in Campania nell’ultimo mese, cinque in Lazio e cinque in Toscana e altrettanti in Lombardia, tre in Emilia-Romagna. Il report sugli 11 mesi dice anche che il 47,2% dei casi si e’ verificato tra le donne, che il 90,8% degli episodi riguardava soggetti non vaccinati. La complicanza piu’ frequente e’ stata la stomatite (in 564 casi), seguita dalla diarrea (48) e dalla cheratocongiuntivite (421) Tra le complicanze anche 244 casi di epatite, 242 di polmonite, 187 di laringotracheobronchite e 172 di insufficienza respiratoria. Inoltre sono stati segnalati 107 casi di morbillo tra operatori sanitari, 85 non vaccinati.