Scuola. Erasmus+ 2021-2027: più fondi per inclusione

È stato approvato oggi dalla commissione cultura del Parlamento europeo il programma Erasmus + che dovrebbe aumentare di gran lunga i fondi per consentire a piu’ persone di partecipare. I parlamentari chiedono alla Commissione europea e alle agenzie nazionali una strategia di inclusione rivolto a sviluppare strategie nazionali di inclusione. Il progetto, inoltre, dovrebbe avere […]

È stato approvato oggi dalla commissione cultura del Parlamento europeo il programma Erasmus + che dovrebbe aumentare di gran lunga i fondi per consentire a piu’ persone di partecipare. I parlamentari chiedono alla Commissione europea e alle agenzie nazionali una strategia di inclusione rivolto a sviluppare strategie nazionali di inclusione. Il progetto, inoltre, dovrebbe avere un sostegno speciale dedicato a chi ha minori opportunita’ e dovrebbe includere la formazione linguistica, il supporto amministrativo o opportunita’ e-learning. Cambiamenti nell’aria, quindi, che includono anche i partenariati su piccola scala proprio per permettere alle organizzazioni con poca esperienza o piccola capacita’ operativa di far parte del programma europeo. “I programmi europei devono essere ugualmente accessibili a tutti i cittadini europei, indipendentemente dal loro background socio-economico. Il mio primo obiettivo e’ rendere Erasmus + il programma numero uno di inclusione.” Afferma Milan Zevr, relatore popolare. La modifica del budget per l’Erasmus, secondo gli europarlamentari dovrebbre offrire al personale preprimario e della prima educazione, ai giovani atleti, agli allenatori la possibilita’ di partecipare al programma di mobilita’. “Il nuovo Erasmus + deve essere veramente aperto a tutti e incoraggiare tutti nella societa’ a partecipare. Vogliamo un accesso non discriminatorio e senza barriere. Gli insegnanti di scuola materna e di prima infanzia dovrebbero essere in grado di beneficiare delle attivita’ di mobilita’”, ha concluso Petra Kammerevert, presidente della commissione per la cultura.