Europee. Prodi: “Un’Europa senza Italia sarebbe una tragedia”

“Non parlo di politica italiana. So solo che noi abbiamo bisogno dell’Europa e credo che l’Europa abbia bisogno di noi. Cioe’, non esiste l’Europa senza l’Italia, pero’ se noi ci isoliamo l’Europa sara’ costretta a fare senza l’Italia, e per noi sarebbe una tragedia”. Lo dice il gia’ presidente della Commissione europea ed ex premier […]

“Non parlo di politica italiana. So solo che noi abbiamo bisogno dell’Europa e credo che l’Europa abbia bisogno di noi. Cioe’, non esiste l’Europa senza l’Italia, pero’ se noi ci isoliamo l’Europa sara’ costretta a fare senza l’Italia, e per noi sarebbe una tragedia”. Lo dice il gia’ presidente della Commissione europea ed ex premier Romano Prodi, a margine dell’evento che a Palazzo Marino ha visto il lancio dell’iniziativa promossa da Legautonomie e che vedra’ vari sindaci italiano uniti a promuovere la bandiera europea. “Non sono io che faccio questo paragone ma tutti lo fanno”, risponde ai cronisti che gli chiedono se esista un parallelismo tra Polonia, Ungheria e Italia. “Quando c’e’ l’elenco di tutta la stampa mondiale, e c’e’ l’elenco dei paesi che sono periferici od ostili all’Europa c’e’ sempre elencata l’Italia purtroppo”, dice. “Adesso naturalmente c’e’ meno violenza verbale ma- ammette Prodi- c’e’ ancora una forte diffidenza”. Per ora a detta dell’ex premier non esiste rischio di derive illiberali: “Spero proprio di no, comunque piu’ ci si allontana dall’Europa piu’ e’ difficile resistere alle derive illiberali”, conclude Prodi.