Incorrupta Monumenta Ecclesiam Defendunt: Poli tra gli autori della miscellanea di studi

C’è anche la Dott. Paola Poli, responsabile dell’Archivio Arcidiocesano di L’Aquila, studiosa di Storia e Beni Culturali della Chiesa, tra gli autori della miscellanea di studi “Incorrupta Monumenta Ecclesiam Defendunt” per la collana Collectanea Archivi Vaticani, che è stata offerta a S. Ecc. Mons. Sergio Pagano, Prefetto dell’Archivio Segreto Vaticano, in occasione del suo 70° […]

C’è anche la Dott. Paola Poli, responsabile dell’Archivio Arcidiocesano di L’Aquila, studiosa di Storia e Beni Culturali della Chiesa, tra gli autori della miscellanea di studi “Incorrupta Monumenta Ecclesiam Defendunt” per la collana Collectanea Archivi Vaticani, che è stata offerta a S. Ecc. Mons. Sergio Pagano, Prefetto dell’Archivio Segreto Vaticano, in occasione del suo 70° genetliaco. La presentazione è avvenuta a Roma, presso l’Aula Magna dell’Istituto Patristico Augustinianum, a Roma, alla presenza di S. Ecc. Mons. Josè Tolentino de Mendonça, Archivista Bibliotecario di S.R.C., e dell’Onorevole Gianni Letta.
I curatori della poderosa opera, Andreas Gottsman, Direttore dell’Istituto Storico Austriaco, Pierantonio Piatti, della Pontificia Commissione per le Scienze Storiche, Andreas Rehberg, dell’Istituto Storico Germanico, hanno voluto significare a Mons. Pagano la gratitudine della Comunità scientifica internazionale per l’impegno pluridecennale rivolto alla divulgazione e conoscenza del valore storico e culturale dell’Archivio Segreto Vaticano, per le autorevoli pubblicazioni e per la promozione di importanti collaborazioni con Istituti culturali, sia in Italia che all’estero. Grazie all’impulso di Mons. Pagano, l’Archivio si è aperto al mondo scientifico internazionale anche attraverso una riorganizzazione tecnico-amministrativa che lo ha posto al passo con i tempi nell’offerta di servizi tecnologicamente avanzati. Non si può inoltre tacere l’attività didattica svolta per tanti anni dal Prefetto nella prestigiosa Scuola Vaticana di Paleografia, Diplomatica e Archivistica di cui è Direttore dal 1997.
La Miscellanea si compone di 5 volumi, con indice generale, e comprende contributi di 196 studiosi appartenenti a nazionalità e discipline differenti, storiche, giuridico-canonistiche, bibliografiche, archivistiche, teologiche ecc. in ben 5 lingue, distribuiti in tre sezioni: La Chiesa nella storia (religione, cultura, costume); Archivi, Archivistica, Diplomatica, Paleografia; Inquisizione Romana, Indice, Diplomazia Pontificia.
La Dottoressa Paola Poli, responsabile dell’Archivio Arcidiocesano di L’Aquila, studiosa di Storia e Beni Culturali della Chiesa, ha proposto una riflessione sull’aspetto cultuale/devozionale dell’evento più rappresentativo della collettività aquilana: “La Perdonanza Celestiniana tra dimensione cultuale e apertura profetica”, lavoro peraltro menzionato dal Prof. Roberto Rusconi, intervenuto, tra gli altri, per la presentazione dell’opera.