Venezuela. 21 Stati su 25 al buio, leader Guaido’ convoca protesta

A partire dalle 16.45 di ieri ora locale si e’ registrato in Venezuela un diffuso e prolungato blackout, che ha riguardato 21 dei 25 Stati in cui e’ organizzato il Paese, tra cui il distretto della capitale Caracas e le citta’ piu’ popolose. È il quarto blackout nazionale dell’ultimo anno e la situazione ha creato […]

A partire dalle 16.45 di ieri ora locale si e’ registrato in Venezuela un diffuso e prolungato blackout, che ha riguardato 21 dei 25 Stati in cui e’ organizzato il Paese, tra cui il distretto della capitale Caracas e le citta’ piu’ popolose. È il quarto blackout nazionale dell’ultimo anno e la situazione ha creato grossi disagi all’aeroporto internazionale di Maiquetia e alle linee della metropolitana di Caracas. Secondo le fonti locali, nella capitale fermi i mezzi pubblici, costringendo le persone all’uscita dal lavoro a tornare a casa a piedi. Secondo l’organizzazione Netblocks, solo il 6 per cento del Paese e’ collegato ad internet. Il presidente dell’Assemblea nazionale Juan Guaido’ ha reagito all’incidente attaccando il Governo del presidente Nicolas Maduro. Secondo Guaido’, non e’ piu’ possibile tenere nascoste le condizioni di deterioramento in cui verserebbe il sistema elettrico nazionale e l’impossibilita’ delle istituzioni a farvi fronte. Il leader dell’opposizione ha cos’ rinnovato l’appello rivolto ai cittadini a scendere in piazza oggi per protestare contro l’attuale esecutivo di Caracas.