Torna a L’Aquila l’International Cosmic Day 2019

Per il secondo anno consecutivo i Laboratori Nazionali del Gran Sasso dell’INFN e il GSSI – Gran Sasso Science Institute – partecipano all’International Cosmic Day (ICD), che giunto alla sua ottava edizione, vedrà i giovani di tutto il mondo vivere un giorno da ricercatori al fianco di scienziati dei maggiori centri di ricerca internazionali. L’ICD, […]

Per il secondo anno consecutivo i Laboratori Nazionali del Gran Sasso dell’INFN e il GSSI – Gran Sasso Science Institute – partecipano all’International Cosmic Day (ICD), che giunto alla sua ottava edizione, vedrà i giovani di tutto il mondo vivere un giorno da ricercatori al fianco di scienziati dei maggiori centri di ricerca internazionali.

L’ICD, che si terrà il 6 novembre 2019 presso i Laboratori Nazionali del Gran Sasso, è una giornata dedicata alla conoscenza e lo studio dei raggi cosmici, durante la quale gli studenti degli ultimi anni delle scuole superiori di tutto l’Abruzzo, potranno raccogliere e analizzare i dati prodotti da un rivelatore appositamente messo a punto per l’analisi di tali fenomeni. Durante l’intera giornata gli studenti avranno modo di partecipare a diversi seminari, tenuti da docenti e ricercatori dei LNGS, del GSSI e del Corso di Laurea in Fisica dell’Università degli Studi dell’Aquila, in cui si cercherà di trovare risposte a domande sulle particelle cosmiche, cercando di capire insieme da dove provengono, quali messaggi ci portano e come possiamo misurarle. Successivamente gli studenti, grazie al supporto di un rivelatore di particelle ideato e sviluppato ai Laboratori Nazionali del Gran Sasso, il Cosmic Rays Cube (CRC), avranno la possibilità di partecipare alla misura del flusso di raggi cosmici.

I ragazzi confronteranno i metodi utilizzati e i risultati ottenuti con i loro colleghi che, in contemporanea da tutto il mondo, parteciperanno all’iniziativa, così da immergersi e sperimentare l’entusiasmo di lavorare in una vera collaborazione internazionale. Ciò avverrà attraverso lo scambio su varie piattaforme web e mediante collegamenti in videoconferenza con altri laboratori e centri di ricerca internazionali.

Una seconda fase del “lavoro di ricerca”, che si effettuerà nelle settimane successive, vedrà nuovamente coinvolto ciascun gruppo di studenti attraverso l’analisi dei risultati ottenuti e la realizzazione di poster e relazioni scientifiche in cui si descriverà il fenomeno studiato, le misure effettuate e i relativi risultati. Poster e relazioni saranno presentati dai rispettivi autori in un evento, successivo al 6 novembre, presso il Gran Sasso Science Institute (GSSI), durante il quale saranno premiati i migliori lavori selezionati da una commissione scientifica. I migliori due studenti selezionati avranno la possibilità di partecipare ad uno stage nazionale che si terrà nella primavera 2020, insieme ad altri loro colleghi provenienti da scuole di tutta Italia.

L’iniziativa ha carattere internazionale ed è coordinata dal centro di ricerca tedesco DESY, in collaborazione con i più importanti centri di ricerca che operano nell’ambito della fisica delle particelle: il CERN di Ginevra, il Fermilab di Chicago e con i gruppi International Particle Physics Outreach Group (IPPOG), il tedesco Netzwerk Teilchenweit e lo statunitense QuarkNet.

In Italia l’iniziativa è organizzata in collaborazione con le Università in cui si trovano le Sezioni INFN, a L’Aquila l’evento è promosso dai Laboratori Nazionali del Gran Sasso (INFN) e dal GSSI, con la collaborazione del Corso di Laurea in Fisica dell’Università degli Studi dell’Aquila.

L’iscrizione, da effettuarsi via mail all’indirizzo [email protected] entro il 25 ottobre 2019, è riservata esclusivamente alle classi del IV° e del V° anno delle scuole secondarie di secondo grado dell’Abruzzo. Per ogni scuola potranno partecipare un massimo di 7 studenti e un docente.

Sarà garantito un servizio di trasporto gratuito dal terminal bus “L. Natali” di L’Aquila. I pullman accompagneranno gli studenti e gli insegnanti, sia in andata che al ritorno.