Terremoto. Conte: “C’è decreto, assistenza popolazione e semplificazioni”

“Ieri abbiamo adottato il dl terremoto, e se mi permettete abbiamo fatto anche abbastanza presto”. Giuseppe Conte, presidente del Consiglio, lo dice a margine dell’assemblea di Confesercenti. “Viene prorogata l’emergenza per tutto l’anno prossimo, fino a fine 2020- spiega Conte- questo consentira’ l’assistenza alle popolazioni locali. Semplifichiamo le procedure a vari livelli per quanto riguarda […]

“Ieri abbiamo adottato il dl terremoto, e se mi permettete abbiamo fatto anche abbastanza presto”. Giuseppe Conte, presidente del Consiglio, lo dice a margine dell’assemblea di Confesercenti. “Viene prorogata l’emergenza per tutto l’anno prossimo, fino a fine 2020- spiega Conte- questo consentira’ l’assistenza alle popolazioni locali. Semplifichiamo le procedure a vari livelli per quanto riguarda la ricostruzione privata, l’edilizia privata, e rinforziamo il ruolo dei professionisti che potranno autocertificare e cosi’ si snelliranno le pratiche come richiesto. Avete visto quante macerie ci sono ancora, e’ inaccettabile. Semplifichiamo anche le procedure per lo smaltimento dei rifiuti”, nell’ottica di favorire la rimozione delle macerie. “avete visto quante ce ne sono ancora? E’ inaccettabile”, stigmatizza il presidente del Consiglio. Ancora, per “contrastare lo spopolamento di quelle aree bellissime”, prosegue conte, “ci sono misure incentivanti, ad esempio ‘Resto al sud’ per i giovani imprenditori che vogliono stabilire le loro attivita’ nell’area del cratere, e c’e’ ‘la busta pesante’, quindi per i prossimi dieci anni potranno spalmare oneri fiscali e previdenziali con grandi vantaggi, tutti i cittadini delle aree interessate”.