Scomparso il giornalista Amedeo Esposito, il cordoglio del sindaco dell’Aquila

“Apprendo con sgomento e con profonda costernazione della scomaprsa del giornalista Amedeo Esposito, esponente conosciuto e di spicco del mondo dell’informazione aquilana e profondo conoscitore della storia della città”. Sono le parole del sindaco dell’Aquila Pierluigi Biondi, in una nota. “Giornalista dell’Ansa per lunghissimo tempo, poi, negli ultimi anni, infaticabile ed erudito collaboratore del Messaggero […]

“Apprendo con sgomento e con profonda costernazione della scomaprsa del giornalista Amedeo Esposito, esponente conosciuto e di spicco del mondo dell’informazione aquilana e profondo conoscitore della storia della città”. Sono le parole del sindaco dell’Aquila Pierluigi Biondi, in una nota.
“Giornalista dell’Ansa per lunghissimo tempo, poi, negli ultimi anni, infaticabile ed erudito collaboratore del Messaggero e del Sole24ore, – ha proseguito il sindaco – ma anche autore di interessanti scritti, non solo giornalistici, su particolari aspetti della storia della città, spesso basati su puntuali e approfondite ricerche documentarie. Animatore della vita e delle istituzioni culturali cittadine, appassionato conoscitore della musica classica, era stato tra gli ideatori e promotori, con Angelo De Nicola, Tommaso Ceddia ed il compianto Ludovico Natdecchia della storica rievocazione di Sant’Agnese e del premio Agnesino, con lo scopo di promuovere la conoscenza e la valorizzazione delle più antiche tradizioni aquilane, avvicinandole alle nuove generazioni. Negli anni ha conservato intatto l’entusiamo e il profondo attaccamento alla città. Oggi – ha concluso Biondi – ci sentiamo tutti più poveri. L’Aquila piange una grave perdita ma sopravvivranno i suoi scritti, i suoi insegnamenti ed il suo esempio. Alla famiglia le più sentite condoglianze mie personali e della Municipalità tutta”.