Addio a Giovanni Custodero, calciatore 27enne che aveva scelto la sedazione profonda

È morto questa mattina Giovanni Custodero, il calciatore 27enne originario di Fasano in provincia di Brindisi – che qualche giorno fa aveva deciso di annunciare sui social la scelta della sedazione profonda perché stanco dei dolori provocati dal sarcoma osseo diagnosticato 4 anni fa. Il 27enne aveva militato nella serie C2 di calcio a cinque […]

È morto questa mattina Giovanni Custodero, il calciatore 27enne originario di Fasano in provincia di Brindisi – che qualche giorno fa aveva deciso di annunciare sui social la scelta della sedazione profonda perché stanco dei dolori provocati dal sarcoma osseo diagnosticato 4 anni fa. Il 27enne aveva militato nella serie C2 di calcio a cinque vestendo il ruolo di portiere nel Cocoon Fasano. Poi la malattia, che gli aveva provocato non solo cure pesanti e diversi interventi chirurgici ma anche l’amputazione di una gamba. Lunedì scorso aveva annunciato su Facebook la scelta del coma farmacologico per alleviare gli atroci dolori. “Eccoci arrivati alla battaglia finale, siamo io e lui, uno dinanzi all’altro e io lo guardo in faccia – aveva scritto in un post – capisco che è forte dell’energia con la quale l’ho nutrito in questi anni. Mentre io sono ormai stanco”.