Coronavirus. Ospedale Pescara: “È pericoloso ma può essere bloccato”

Il Coronavirus “e’ pericoloso”, ma “con gli sforzi che stiamo facendo potrebbe essere bloccato”. All’Agenzia Dire il direttore dell’Unita’ operativa complessa (Uoc) di malattie Infettive dell’ospedale di Pescara, Giustino Parruti, lo dice chiaramente: non e’ una semplice influenza. “Bisogna uscire da questo tentativo che alcuni fanno dicendo che stiamo sopravvalutando il virus- spiega- E’ una […]

Il Coronavirus “e’ pericoloso”, ma “con gli sforzi che stiamo facendo potrebbe essere bloccato”. All’Agenzia Dire il direttore dell’Unita’ operativa complessa (Uoc) di malattie Infettive dell’ospedale di Pescara, Giustino Parruti, lo dice chiaramente: non e’ una semplice influenza. “Bisogna uscire da questo tentativo che alcuni fanno dicendo che stiamo sopravvalutando il virus- spiega- E’ una cosa semplicemente non corretta. Da’ polmonite in almeno il 30-50% dei contagiati, mentre l’influenza da polmonite nel 2-3% dei contagiati. Da’ mortalita’ nel 10% degli ospedalizzati. L’influenza- aggiunge- fa molti piu’ morti perche’ gira in tutta la popolazione e questo e’ vero e nessuno ha mai abbassato la guardia, ma il Coronavirus ha una frazione tale di patologia indotta che circolazione allargata che potrebbe metterci in ginocchio. Guardate cosa sta succedendo in Cina- sottolinea- Hanno dovuto trasferire migliaia di medici e di infermieri per poter far fronte al bisogno sanitario di Whuan”. Per Parruti “una circolazione vasta di questo virus inginocchierebbe tutta l’economia del Paese. Questa e’ una potenzialita’ che l’influenza attuale non ha. Quindi i paragoni non devono essere scorretti- ribadisce- L’impiego delle risorse che stiamo facendo e’ assolutamente giustificato. L’America non ha circolazione del virus in questo momento eppure stamattina il Governo ha stanziato 2 miliardi per aumentare acquisto di tute protettive e test diagnostici”. Questo vuol dire, conclude che “le persone che valutano correttamente i rischi capiscono anche che bisogna investire sulla protezione e la prevenzione. Sono fiducioso – conclude – : gli sforzi che stiamo facendo sono di eccezionale portata in questo momento e credo che potrebbero veramente farcela a bloccare il virus”. Attualmente a Pescara sono sei i pazienti su cui si stanno effettuando i controlli. I risultati si sapranno tra stasera e domani, ma ad oggi, ha ribadito piu’ volte Parruti, tutti i tamponi fatti sono risultati negativi.