Via al concorso internazionale di interaction design

  È partita la nuova edizione di “BIP – Building Interactive Playgrounds”, innovativo concorso rivolto a giovani artisti, progettisti, studenti, designers, ricercatori, architetti e chiunque si voglia misurare con le tematiche dell’interattività. Il bando è aperto a livello internazionale. Si partecipa con progetti di design innovativi. Tema di questa sesta edizione sono le macchine volanti di […]

  È partita la nuova edizione di “BIP – Building Interactive Playgrounds”, innovativo concorso rivolto a giovani artisti, progettisti, studenti, designers, ricercatori, architetti e chiunque si voglia misurare con le tematiche dell’interattività. Il bando è aperto a livello internazionale.

Si partecipa con progetti di design innovativi. Tema di questa sesta edizione sono le macchine volanti di Leonardo da Vinci, macchine con le ali che fanno volare alta l’immaginazione. Installazioni, progetti audio e/o visivi, ambienti, progetti reali che saranno realizzati negli spazi di Elettrowave, palco elettronico di Italia Wave Love Festival (Livorno, 21-25 luglio 2010) dedicato alle arti digitali.

I progetti selezionati saranno realizzati ed esposti al festival e resteranno a disposizione del pubblico per tutta la durata della manifestazione.

Tra i criteri di selezione l’aspetto estetico, la fattibilità della proposta, il grado di coinvolgimento attivo del pubblico.

In palio, oltre alla realizzazione o all’installazione dei progetti all’edizione 2010 di Elettrowave, schede embedded di ultima generazione realizzate e fornite dall’azienda aretina SECO: due schede Quadmo747, due schede SECOMEXP-956 e due schede SECOMX-945/M72Il bando per partecipare è online all’indirizzo: http://www.italiawave.com/index.php?BIP-2010-Call-for-works

 BIP – Building Interactive Playgrounds è realizzato dalla Fondazione Arezzo Wave Italia in stretta collaborazione con “Werk”, il Dipartimento di Scienze della Comunicazione dell’Università di Siena ed “Infact” (Interaction Factory), giovane azienda senese che esplora le frontiere dell’interazione, unendo il design delle tecnologie digitali e analogiche alla comunicazione.