Egitto: esplosione al Consolato italiano del Cairo

Un’esplosione ha pesantemente danneggiato l’edificio del Consolato italiano al Cairo, in Egitto su El Galaa Street, nel cuore della città. Fonti ufficiali attribuiscono la causa a un’autobomba, esplosa mentre il palazzo era ancora chiuso, sembrerebbe che almeno una persona sia morta. Quattro invece sarebbero i feriti. Tra le vittime nessun italiano. Non c’è ancora una rivendicazione. Per […]

Un’esplosione ha pesantemente danneggiato l’edificio del Consolato italiano al Cairo, in Egitto su El Galaa Street, nel cuore della città. Fonti ufficiali attribuiscono la causa a un’autobomba, esplosa mentre il palazzo era ancora chiuso, sembrerebbe che almeno una persona sia morta. Quattro invece sarebbero i feriti. Tra le vittime nessun italiano.

Non c’è ancora una rivendicazione.

Per l’esplosione sono stati utilizzati 250 chili di tritolo, riferisce il quotidiano al-Ahram citando fonti della procura del Cairo. I terroristi, secondo gli esperti, avrebbero utilizzato gli stessi materiali adoperati la scorsa settimana per l’assassinio del procuratore capo egiziano Hisham Barakat.

“L’Italia non si fa intimidire” è il messaggio espresso dal ministro degli Esteri, Paolo Gentiloni, in un  tweet in cui esprime vicinanza alle persone colpite dalla bomba al Cairo e al personale.