Meteo, sole e temperature miti fino a venerdì

Oggi condizioni di tempo stabile e soleggiato, con l’eccezione di Sicilia e Sardegna, ancora interessate da qualche annuvolamento, che risulterà più persistente in Sicilia. Nebbie a banchi nella notte lungo la fascia centrale della Pianura padana.   Nella seconda parte di venerdì, invece, spiegano i meteorologi di Meteo.it, una perturbazione proveniente dal Nord Europa raggiungerà […]

Oggi condizioni di tempo stabile e soleggiato, con l’eccezione di Sicilia e Sardegna, ancora interessate da qualche annuvolamento, che risulterà più persistente in Sicilia. Nebbie a banchi nella notte lungo la fascia centrale della Pianura padana.   Nella seconda parte di venerdì, invece, spiegano i meteorologi di Meteo.it, una perturbazione proveniente dal Nord Europa raggiungerà l’Italia e porterà qualche pioggia al Nordest, in estensione successiva a parte del Centrosud, e un calo delle temperature, che torneranno su valori più normali per il periodo. Sabato questo fronte nuvoloso tenderà a scivolare verso il Sud peninsulare.

Attenzione al pericolo valanghe. Secondo il bollettino Aineva, oggi il pericolo valanghe è di grado 3 (marcato) sulle Alpi piemontesi; grado per lo più 2 (moderato) sui restanti settori, ma con tendenza ad aumento. Il bollettino del pericolo valanghe diramato da Meteomont evidenzia un pericolo di grado 3 (marcato) sull’Appennino Settentrionale Abruzzese-Terminillo e sulla Maiella. In particolare: “Il manto nevoso è in generale moderatamente consolidato su molti pendii ripidi. I recenti apporti nevosi associati a ventilazione, hanno creato a varie esposizioni accumuli e cornici. Gli strati nevosi sottostanti all’ultimo precipitato sono ancora moderatamente consolidati e presentano caratteristiche diverse a seconda di esposizione e quota: a quote inferiori ai 1600/2000 metri sono sormontati da croste da fusione e rigelo più o meno resistenti e sono umidi/bagnati per l’intero profilo, mentre a quote superiori le temperature all’interno del manto permangono negative ma con deboli/moderati gradienti. Luoghi pericolosi sono ancora presenti su molti pendii ripidi, specie su Gran Sasso e Maiella, e sono costituiti sia da zone di accumulo eolico (sottocresta, canaloni, conche e cambi di pendenza) che dalle zone direttamente esposte a riscaldamento nel corso della giornata (versanti esposti al sole e/o sottostanti a fasce rocciose) sia per l’azione diretta del sole che per quella dovuta alla presenza di nubi/nebbie. È ancora da attendersi attività valanghiva spontanea mentre il distacco provocato di valanghe sarà possibile già con debole sovraccarico (singolo sciatore/escursionista)”.

Giovedì giornata stabile, anche se ci sarà il primo sintomo di un indebolimento parziale dell’alta pressione, che risulterà più evidente dal pomeriggio, con un aumento della nuvolosità su arco ligure, media e alta Toscana e Calabria tirrenica, con la probabilità di qualche goccia di pioggia nella notte tra spezzino e alta Toscana. Nel resto del Paese ampie zone soleggiate con possibili banchi di nebbia nel primo mattino e di notte sulla fascia centrale della Pianura padana, fino alle coste venete e alle valli interne di Centro e Sardegna. Nebbie anche persistenti sul Polesine.

Temperature in ulteriore aumento: valori miti e al di sopra delle medie con forte escursione termica tra primo mattino e pomeriggio.

Venerdì un fronte nuvoloso in discesa da nord coinvolgerà anche l’Italia e l’alta pressione si indebolirà.

Temperature minime in lieve rialzo in Val Padana e Toscana, massime in lieve calo su Alpi e Nordest.

Sabato il fronte nuvoloso tenderà a scivolare verso il Sud peninsulare con prevalenza di nuvole e possibili piogge o locali rovesci nella fascia tra Campania e centro-nord della Puglia; qualche residuo fenomeno anche sul medio Adriatico con quota neve in calo nell’interno a 800-1000 metri. Tornerà a prevalere il sole in gran parte del Nord e tra Toscana e alto Lazio. Venti fino a moderati al Centrosud e temperature massime in calo al Centro e in Campania, più sensibile sul medio Adriatico.

Domenica tendenza a un miglioramento al Sud. Nel complesso sarà una giornata asciutta, anche se non mancheranno nuvole irregolari al Centrosud e al Nordovest, dove infiltrazioni di aria più fredda con venti da est addosseranno un po’ di nuvole soprattutto sul Piemonte, con qualche fiocco di neve sulle Alpi occidentali e sull’Appennino ligure. Più soleggiato su alto Adriatico, Alpi centrali e ovest della Sicilia. Massime in calo al Nord.