Arriva “Grillo” tra le macerie aquilane

Arriverà davvero un Sindaco “Pentastellato” al Palazzo di città? Avanzi pure il “designato” Fabrizio Righetti, ma dovrà fare i conti (nella sfida elettorale alle porte) con la designazione di un candidato d’area PD al quale – guarda caso! – la compagnia Cialente-Pezzopane ora plaude per non restare tagliata fuori del campo (futuro?). L’indicazione Righetti pone […]

Arriverà davvero un Sindaco “Pentastellato” al Palazzo di città? Avanzi pure il “designato” Fabrizio Righetti, ma dovrà fare i conti (nella sfida elettorale alle porte) con la designazione di un candidato d’area PD al quale – guarda caso! – la compagnia Cialente-Pezzopane ora plaude per non restare tagliata fuori del campo (futuro?). L’indicazione Righetti pone una riflessione. In una città dissestata dagli interessi nella ricostruzione un “ingegnere” ci potrebbe star bene. Anche se, alla luce dei fatti e misfatti che si sono rincorsi dal 2009 ad oggi (e molti si potranno ancora oscuri) un avvocato della stoffa di Fausto Corti non avrebbe guastato. Del testo, non a caso, Americo Di Benedetto, ragioniere e perito commercialista, vincitore nel PD, ha messo in testa alle sue 10 cose da fare (se verrà eletto) la “Trasparenza”. Se a questo si aggiunge che un vecchio pensionato, magistrato in pensione, dimentico dell’Ufficio della Legalità a cui era stato chiamato, ma di cui s’è vista davvero poca traccia, ora cerca la sopravvivenza con la formazione di una propria lista civica, ancora con il richiamo all’”assoluta trasparenza” e all’abbattimento dei tempi biblici della burocrazia e l’acceleramento della ricostruzione”, allora le preoccupazioni sul passato-presente-futuro della città non possono che aumentare. Con altrettanta magia appare il mago di turno (l’Assessore alla Cultura Elisabetta Leone della Giunta Cialente): ha individuato sette esperti che dovranno valutare i programmi turistico-culturali del futuro. Dopo le nomine al Comitato per la “Perdonanza” era un dovere farne altre per la soprvvivenza….. della Città della Cultura che, purtroppo, non è riuscita a decollare quale “Capitale Italiana della Cultura” o …. Ognuno aggiunga a piacimento.

Emidio Di Carlo