Wikileaks, Assange può lasciare ambasciata

Julian Assange può lasciare l’ambasciata dell’Ecuador a Londra, dove vive da quando vi si è rifugiato nel 2012.  La  procura svedese  ha deciso di archiviare l’indagine per presunto stupro a carico del giornalista australiano, fondatore di Wikileaks.  È quanto afferma la difesa di Assange. “È una vittoria totale per Julian Assange. È libero di lasciare l’ambasciata […]

Julian Assange può lasciare l’ambasciata dell’Ecuador a Londra, dove vive da quando vi si è rifugiato nel 2012.  La  procura svedese  ha deciso di archiviare l’indagine per presunto stupro a carico del giornalista australiano, fondatore di Wikileaks.  È quanto afferma la difesa di Assange. “È una vittoria totale per Julian Assange. È libero di lasciare l’ambasciata quando vuole. Abbiamo vinto il caso Assange. È contento e sollevato, ma critica il fatto che si sia tardato così tanto”, ha dichiarato l’avvocato Per E. Samuelsson, parlando all’emittente pubblica Radio Svezia. Il legale ha chiarito che non si sa quando Assange potrà lasciare la sede diplomatica, ma ha aggiunto che la Svezia “non opporrà alcun ostacolo a che lo faccia” perché “è fuori dal gioco”. Secondo quanto ha raccontato, l’avvocato ha informato il suo cliente della notizia con un sms, al quale Assange ha risposto: “Sul serio? Oh mio Dio!”.