Confindustria: Italia al palo da 15 anni

Sul piano dell’avanzamento economico l’Italia ha alle spalle un quindicennio perduto e l’appuntamento ai livelli pre-crisi e’ rimandato al 2028. Lo sottolinea il Centro studi Confidnustria nel rapporto ‘Le sfide della politica economica’. “Il tempo sprecato – si legge – si allunga notevolmente se si considera il prodotto per abitante, indicatore perfettibile ma significativo di […]

Sul piano dell’avanzamento economico l’Italia ha alle spalle un quindicennio perduto e l’appuntamento ai livelli pre-crisi e’ rimandato al 2028. Lo sottolinea il Centro studi Confidnustria nel rapporto ‘Le sfide della politica economica’. “Il tempo sprecato – si legge – si allunga notevolmente se si considera il prodotto per abitante, indicatore perfettibile ma significativo di benessere. Ai ritmi attuali di incremento del prodotto, l’appuntamento con i livelli lasciati nel 2007 e’ rinviato al 2028 mentre non verra’ mai riagguantato il sentiero di crescita che si sarebbe avuto proseguendo con il passo precedente, pur lento”. Riemerge inoltre “con forza la questione del divario di crescita tra l’Italia e gli altri paesi europei, che pure in media non sono brillanti”.