Maltempo: venti burrasca su Italia, neve a bassa quota centro-sud

Un nucleo di area fredda polare in rapida discesa dai Balcani portera’ nelle prossime ore a una decisa intensificazione della ventilazione e a precipitazioni sulle regioni del medio versante adriatico e, localmente su quelle meridionali, determinando un marcato calo delle temperature e nevicate fino a quote basse. Sulla base delle previsioni disponibili, il Dipartimento della […]

Un nucleo di area fredda polare in rapida discesa dai Balcani portera’ nelle prossime ore a una decisa intensificazione della ventilazione e a precipitazioni sulle regioni del medio versante adriatico e, localmente su quelle meridionali, determinando un marcato calo delle temperature e nevicate fino a quote basse. Sulla base delle previsioni disponibili, il Dipartimento della Protezione Civile d’intesa con le regioni coinvolte – alle quali spetta l’attivazione dei sistemi di protezione civile nei territori interessati – ha emesso un avviso di condizioni meteorologiche avverse. I fenomeni meteo, impattando sulle diverse aree del Paese, potrebbero determinare delle criticita’ idrogeologiche e idrauliche che sono riportate, in una sintesi nazionale, nel bollettino nazionale di criticita’ e di allerta consultabile sul sito del Dipartimento (www.protezionecivile.gov.it). L’avviso prevede dalla serata di oggi, venerdi’ 22 febbraio, venti forti o di burrasca nord-orientali su Sardegna, Emilia-Romagna, Marche, Toscana, Lazio, Umbria, Abruzzo, Molise, Puglia, Basilicata, Campania, Calabria e Sicilia, con raffiche fino a burrasca forte sui versanti adriatici e ionici. Possibili mareggiate lungo le coste esposte. Dalla notte si prevedono inoltre nevicate sparse a quote superiori a 200-300 metri, ma localmente fino a livello di pianura, su Abruzzo, Molise e Puglia, con apporti generalmente moderati e localmente abbondanti a quote di montagna. Dalle prime ore di domani, sabato 23 febbraio, le nevicate a carattere sparso interesseranno Campania, Basilicata e Calabria settentrionale a quote superiori a 200-300 metri, ma localmente fino a livello di pianura. Sopra i 400-600 metri la neve cadra’ invece sulla Calabria centro-meridionale e sulla Sicilia. Gli apporti saranno generalmente moderati, ma localmente abbondanti a quote di montagna. Sulla base dei fenomeni previsti e’ stata valutata per la giornata di domani, sabato 23 febbraio, allerta gialla per rischio idrogeologico su Basilicata, Calabria e gran parte della Sicilia.