Giornata internazionale dei diritti delle persone con disabilità

Il 3 dicembre ricorre la “Giornata Internazionale dei diritti delle persone con disabilità” che il Programma di azione mondiale per le persone disabili, adottato nel 1982 dall’Assemblea generale dell’ONU, ha creato con lo scopo di promuovere la diffusione dei temi della disabilità, di mobilitare il maggior sostegno possibile per la dignità, i diritti e il […]

dirittiIl 3 dicembre ricorre la “Giornata Internazionale dei diritti delle persone con disabilità” che il Programma di azione mondiale per le persone disabili, adottato nel 1982 dall’Assemblea generale dell’ONU, ha creato con lo scopo di promuovere la diffusione dei temi della disabilità, di mobilitare il maggior sostegno possibile per la dignità, i diritti e il benessere delle persone disabili e di accrescere la consapevolezza dei vantaggi che possono derivare dall’integrazione delle disabilità in ogni aspetto della vita sociale. Il MiBAC partecipa con lo slogan, “Un giorno all’anno tutto l’anno”, per porre l’accento sul fatto che è doveroso porre attenzione al tema della disabilità non solo il giorno dell’evento ma tenerla viva nel quotidiano. Per l’occasione il MiBAC intende valorizzare e promuovere le migliori e più avanzate pratiche finora messe in atto affinché il patrimonio culturale italiano sia reso più accessibile e fruibile alle persone diversamente abili. Si tratta del miglior contributo che il MiBAC può fornire per la piena integrazione dei cittadini disabili e delle loro famiglie, oltreche un’occasione per coinvolgere e sensibilizzare l’opinione pubblica rispetto a questa tematica.
Alla manifestazione collaborano per la comunicazione e divulgazione dell’iniziativa: ANCI – Associazione Nazionale Comuni Italiani; UPI – Unione Province d’Italia. SIAE ed ENPALS partecipano facilitando le procedure amministrative.

Tra gli eventi in programma si segnala l’iniziativa del Centro per i Servizi Educativi del Museo e del Territorio con il “Progetto Cassio. Dieci musei per conoscere il patrimonio culturale italiano”, in programma il 4 Dicembre dalle ore 10.00 fino alle ore 13.30 presso l’ex Chiesa di Santa Marta a Roma.
L’iniziativa vede dieci importanti musei del Mezzogiorno presentarsi al pubblico in una veste insolita con tavole termoformate, modellini tridimensionali, CD rom e DVD sottotitolati e con finestra di traduzione L.I.S.. Il tutto contenuto in una valigetta che permetterà di conoscere meglio, attraverso il tatto e un apparato di testi facilitati e filmati sottotitolati, usi e tradizioni popolari, opere celebri, monumenti famosi, incisioni, dipinti, giocattoli,figurine da presepe, fino ad un grande esemplare di animale preistorico. L’iniziativa è resa possibile dalla collaborazione con l’Unione Italiana dei Ciechi, l’Istituto Statale dei Sordi di Roma, la Federazione Nazionale pro Ciechi.
I musei che aderiscono al progetto sono: Mus’A – Museo Sassari Arte ex Canopoleno; Museo Nazionale d’Abruzzo – Castello cinquecentesco dell’Aquila; Museo Nazionale di San Martino a Napoli; Complesso della Reggia di Caserta; Galleria Nazionale di Palazzo Arnone a Cosenza; Castello di Copertino; Museo Nazionale d’Arte Medievale e Moderna della Basilicata a Matera; Museo Didattico della Scuola Medica Salernitana; Museo di Palazzo Reale a Napoli; Pinacoteca Nazionale di Cagliari.

Nella giornata di presentazione del progetto, in cui è garantito il servizio di interpretariato in L.I.S., i materiali saranno a disposizione del pubblico per la consultazione e l’esplorazione tattile. Nei prossimi mesi in tal senso saranno operativi anche i dieci musei sopracitati.

Si segnala inoltre la giornata di studi “Museo accessibile? Esperienze in Toscana” in programma il 3 dicembre presso l’Auditorium dell’Archivio di Stato di Firenze, organizzata dalla Direzione Regionale per i beni culturali e paesaggistici della Toscana e dalla Regione Toscana – Politiche formative beni e attività culturali.
E’ sulle problematiche legate al tema dell’accessibilità che la Direzione Regionale della Toscana ritiene fondamentale instaurare un tavolo di confronto, una giornata di approfondimento sull’applicazione delle linee guida per il superamento delle barriere architettoniche nei luoghi d’interesse culturale, con particolare riferimento alla situazione della regione Toscana e a casi concreti di esperienze significative. L’obiettivo è non solo quello della conoscenza e della sensibilizzazione su queste problematiche da parte del personale delle strutture periferiche del Ministero, ma anche quello della creazione di un gruppo di lavoro che possa svolgere funzioni di indirizzo e divulgazione delle soluzioni tecniche, nel rispetto delle normative, per tutti quei luoghi che necessitano di adeguamenti o per le nuove strutture da inaugurare.
Il convegno prevede una prima sessione mattutina in cui saranno affrontate problematiche di carattere generale ed una pomeridiana nella quale verranno presentati casi concreti di esperienze significative in Toscana. L’evento è rivolto ai direttori dei musei e, in generale, al personale tecnico che svolge la propria attività lavorativa presso luoghi della cultura. Sul sito www.toscana.beniculturali.it è possibile trovare il programma completo della Giornata di studi e il modulo per l’iscrizione.