PITBULL AZZANA BAMBINA DI 5 ANNI NEL MILANESE, GRAVI LESIONI

Una bambina di cinque anni è stata assalita da un cane di razza pitbull oggi a Paderno Dugnano, in provincia di Milano. “Considerate le precedenti aggressioni di questi cani, è un miracolo che la bambina non sia in pericolo di vita’ ha dichiarato il presidente del Codacons, avv. Marco Maria Donzelli.“Questa ennesima aggressione da parte […]

Una bambina di cinque anni è stata assalita da un cane di razza pitbull oggi a Paderno Dugnano, in provincia di Milano. “Considerate le precedenti aggressioni di questi cani, è un miracolo che la bambina non sia in pericolo di vita’ ha dichiarato il presidente del Codacons, avv. Marco Maria Donzelli.“Questa ennesima aggressione da parte dei pitbull è la dimostrazione del totale fallimento della nuova ordinanza del Sottosegretario alla Salute Francesca Martini, che ha la responsabilità di aver cancellato senza giustificazione alcuna la lista delle 17 razze ritenute potenzialmente più pericolose, tra le quali appunto il pitbull, eliminando conseguentemente tutti i rimedi collegati a questa lista, dall’obbligo per i padroni di questi cani di condurli sia con il guinzaglio che con la museruola a quello di stipulare una polizza di assicurazione di responsabilità civile per danni contro terzi’ ha proseguito Donzelli.
Ricordiamo che la nuova ordinanza della Martini è stata impugnata dal Codacons al Tar e si è in attesa della discussione nel merito.
Il Codacons chiede non solo il ripristino delle 17 razze, ma anche l’obbligo del patentino per i proprietari di questi cani. Attualmente, infatti, è obbligatorio solo ex post, ossia dopo il cane ha già dimostrato al veterinario di essere aggressivo e pericoloso, ossia dopo che ha morsicato e ridotto in fin di vita qualcuno. L’ordinanza della Martini, infatti, all’art. 3 comma 2 stabilisce che i servizi veterinari decideranno le misure di prevenzione e la necessità di un intervento terapeutico comportamentale “nel caso di rilevazione di rischio potenziale elevato, in base alla GRAVITA’ delle eventuali lesioni provocate a persone, animali o cose’, ossia solo dopo che le aggressioni si sono verificate. Anzi, non basterà essere morsicati, ma occorrerà che le lesioni provocate dal cane siano GRAVI !!!!
Per i pitbull, però, il Codacons chiede misure aggiuntive, vietando per il futuro la libera vendita.
“Sono cani potenzialmente troppo pericolosi per poter essere venduti a chiunque ne faccia richiesta, come se si trattasse di un cocker. Per questo chiediamo l’obbligo del patentino per chi ha già questi cani e che, per il futuro, non siano più allevati e venduti liberamente’ ha concluso il presidente del Codacons, avv. Marco Maria Donzelli.

2 risposte a “PITBULL AZZANA BAMBINA DI 5 ANNI NEL MILANESE, GRAVI LESIONI”

  1. julia ha detto:

    Peccato che era un incrocio tra un pastore tedesco e un rotwailer….Basta cercare in rete, ci sono anche le foto del cane….
    allucinante la ingnoranza dei giornalisti

  2. Gianfranco ha detto:

    Certamente fa più notizia che simile ” animale” abbia assalito la bimba ( e di questo me ne dispiace ! ) ma chi ha scritto l’articolo ed il Presidente del Codacons si sono chiesti il motivo per il quale a quel povero animale siano state non tagliate le orecchie come era di moda fare sino a poco tempo fa ma siano state mozzate …. poco ci vuole a capire che é o era un cane da COMBATTIMENTO! Su questo sfruttamento disumano si che bisognerebbe intervenire ed a parer mio e di moltissimi altri bene ha fatto il MInistro. SArebbe anche ora che nelle scuole si insegnasse ” Educazione civica ” e quindi genitori e bimbi imparassero che comportamente tenere in prossimità di animali.
    L’atteggiamento giusto lo vediamo quando si incrociano nei parchi “podisti” stranieri o italiani

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.