Casa, Bilancio sociale Ater Roma: per 65% inquilini canone 43 o 78 euro

A Roma, secondo i dati riferiti al 2008, il 65% degli inquilini che abitano negli alloggi di edilizia residenziale pubblica della Ater pagano un canone mensile di 43 euro per la (fascia B) o 73 euro (C). La media del canone tra le varie fasce e’ di 110 euro circa, ma c’e’ anche chi ha […]

A Roma, secondo i dati riferiti al 2008, il 65% degli inquilini che abitano negli alloggi di edilizia residenziale pubblica della Ater pagano un canone mensile di 43 euro per la (fascia B) o 73 euro (C). La media del canone tra le varie fasce e’ di 110 euro circa, ma c’e’ anche chi ha pagato circa 7 euro (5%). E’ quanto emerge dai dati del bilancio sociale 2008 dell’Azienda territoriale per l’edilizia residenziale pubblica del Comune di Roma, stilato per la prima volta dalla stessa Ater e presentato oggi nella Capitale.
Nel 2008 l’Ater ha contato 150mila inquilini che risiedevano nei circa 53mila alloggi di sua proprieta’. Il 59% degli inquilini ha oltre quarant’anni mentre solo l’8% sono bambini.
Il 18% degli inquilini sono studenti e il 26% disoccupati o casalinghe, ma ci sono soprattutto pensionati (28%) e lavoratori (28%). Un 9% dei residenti sono invece diversamente abili.
Alla fine del 2008 l’Ater e’ risultata proprietaria di 2.702 fabbricati, 52.528 alloggi, 3.688 immobili non abitativi, 30.279 cantine e soffitte, 19.174 posti auto e 204 terreni.
Il presidente della Ater di Roma Luca Petrucci ha spiegato, durante la presentazione, che il bilancio dell’azienda ”in 4 anni e’ stato portato in attivo” e ”il debito Ater non era molto diverso da quello che gravava sulla Sanita’ regionale”.
”L’Ater gestisce un enorme patrimonio – ha aggiunto il vicepresidente della Regione Esterino Montino – basti pensare che con 53 mila alloggi potrebbe coprire tutta la citta’ Latina. Nel 2009 sono stati spesi 40 milioni di euro per la manutenzione”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.