Foto: Grecia nel caos

Continuano gli scontri tra polizia e manifestanti durante le proteste contro il piano di austerità annunciato dal governo per ottenere gli aiuti, la protesta si allarga a macchia d’olio in tutto il Paese.  La Grecia è in ginocchio, sale la tensione: vetrine bruciate, semafori divelti e l’aria pesante dei lacrimogeni. Oggi e’ stato approvato dal  parlamento […]

Foto: Federico Verani

Continuano gli scontri tra polizia e manifestanti durante le proteste contro il piano di austerità annunciato dal governo per ottenere gli aiuti, la protesta si allarga a macchia d’olio in tutto il Paese.  La Grecia è in ginocchio, sale la tensione: vetrine bruciate, semafori divelti e l’aria pesante dei lacrimogeni. Oggi e’ stato approvato dal  parlamento greco il piano di austerita’ governativo che i partner dell’Eurozona e l’Fmi hanno sollecitato per la concessione dei 110 miliardi di aiuti a sostegno del paese.  Ma l’imposizione a stringere ancora la cinghia, grazie a salari e pensioni più basse e tasse più alte appare  soltanto un modo per precipitare ancora più in fretta in una condizione di malessere non sostenibile. Intanto la Gsee e i sindacati del settore pubblico (Adedy) si preparano a un nuovo sciopero generale ,  si teme che il piano di aiuti messi in campo per salvare la Grecia avranno ulteriori effetti depressivi sull’economia del Paese. In ballo non c’è solo la tenuta della Grecia, ma il futuro di tutta l’Europa. Borse europee un’altra giornata di passione:  le piazze del Vecchio continente hanno registrato chiusure in negativo.

[nggallery id=49]