Un luogo per il benessere

La medicina antroposofica è un tipo di medicina alternativa che nacque e si diffuse in Svizzera e in Germania e, successivamente, nel resto d’Europa e del mondo, subito dopo la fine della prima guerra mondiale. Venne formulata e sviluppata inizialmente dal filosofo austriaco Rudolf Steiner e da un medico olandese, la Dottoressa Ita Wegman. L’antroposofia […]

La medicina antroposofica è un tipo di medicina alternativa che nacque e si diffuse in Svizzera e in Germania e, successivamente, nel resto d’Europa e del mondo, subito dopo la fine della prima guerra mondiale. Venne formulata e sviluppata inizialmente dal filosofo austriaco Rudolf Steiner e da un medico olandese, la Dottoressa Ita Wegman. L’antroposofia ha trovato applicazione in molteplici campi: pedagogia, medicina, sociologia, architettura, agricoltura, biodinamica, arte, recitazione, danza (euritmia) e altro ancora. Venerdì scorso, dopo un numero infinito di ritardi, si è finalmente concretizzato il progetto di realizzare un luogo di cura basato sui principi della Medicina Antroposofica, progetto nato grazie ad una  generosa donazione della Famiglia Federici e all’impegno dell’Associazione Fon.e.m.a. (Fondazione Europea Medicina Antroposofica). Situata a Colli di Barete, Villa Federici offre la possibilità di usufruire di un ambiente particolarmente salubre, lontano da fonti di inquinamento e, nel tempo, offrirà, oltre ai vari servizi ambulatoriali già in essere, vari reparti per complessivi 75 posti letto. Nella residenza, sono già erogate prestazioni basate sui principi della medicina antroposofica che, oltre alle conoscenze ed ai mezzi della medicina contemporanea, si avvale di un’antropologia e di una fisiologia che riconoscono l’elemento animico, spirituale e fisico dell’uomo. Al malato, su modello di numerose altre analoghe realtà, sono offerti i presidi terapeutici della medicina steneriana: rimedi farmacologici di natura vegetale, minerale ed animale; terapie fisiche: idroterapia, massaggio ritmico, bagni medicati, applicazioni esterne (impacchi, frizioni), fisioterapia riabilitativa; euritmia terapeutica; terapie artistiche: pittura, scultura, musica. Verrà inoltre offerta una alimentazione basata su cibi di provenienza biologica e biodinamica secondo un programma dietetico nutrizionale specifico. Nel tempo, poi, saranno messi in opera i seguenti servizi diagnostici: radiologia generale, ecografia ed ecocardiografia, laboratorio di analisi generale, cristallizzazione sensibile secondo Pfeiffer, capillarodinamolisi, microscopia in campo oscuro, tecniche di diagnostica bioelettronica. Per ulteriori informazioni contattare FON. E. M. A. Onlus,
P.za Barberini, 2 – 00187 Roma, Tel. 340 3278080 e-mail: [email protected]

Carlo Di Stanislao

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.