La pelle al mare

D’estate è rilassante passare delle lunghe giornate al mare, ma senza alcuni piccoli accorgimenti il troppo sole e il caldo eccessivo possono danneggiare la nostra pelle: ecco qualche consiglio per godersi la spiaggia senza rischi.–         Non esporsi al sole tra le 12 e le 15, quando i raggi solari sono notevolmente intensi. –         Evitare di […]

D’estate è rilassante passare delle lunghe giornate al mare, ma senza alcuni piccoli accorgimenti il troppo sole e il caldo eccessivo possono danneggiare la nostra pelle: ecco qualche consiglio per godersi la spiaggia senza rischi.–         Non esporsi al sole tra le 12 e le 15, quando i raggi solari sono notevolmente intensi.

–         Evitare di assumere farmaci durante l’esposizione al sole, quali antibiotici, lassativi o pillole ormonali, poiché rendono la pelle più sensibile ai raggi solari.

–         Se non avete un buon motivo (come ad esempio un eritema o delle scottature) è preferibile fare solo piccole soste sotto l’ombrellone, poiché si forma una “cappa di caldo” che fa aumentare la temperatura corporea più di quanto accade sotto il sole; è preferibile, semmai, andare sul lido o nel bar, dove almeno c’è più ventilazione.

–         Tornando dal mare, fate una doccia con acqua dolce per lavare via abbronzante e sale.

–         Dopo la doccia, spalmare sul corpo un doposole idratante, indispensabile per il riequilibrio della pelle dopo una giornata intensa di sole e mare.

–         Spazzolate i capelli e passatevi sopra lo spray solare protettivo; se sudate facilmente raccoglieteli, ma evitate i berretti perché aumentano la traspirazione e li rendono più secchi.

Una bella pelle abbronzata ha sempre un aspetto più sano e seducente, quindi è innegabile che il richiamo sia forte per tutti, sia uomini che donne, ma non bisogna dimenticare le buone norme da seguire per avere un’abbronzatura bella, duratura, ma soprattutto sana! Importantissime sono alcune norme per prepararsi alla abbronzatura. Innanzitutto, bisogna liberare i pori; anche facendosi la doccia tutti i giorni, la pelle ha bisogno di uno scrub profondo almeno una volta al mese, così da rimuovere le cellule morte, facendo respirare a fondo la pelle. Cercate sempre di usare prodotti naturali e non dimenticate di idratare a fondo la pelle dopo il trattamento. Se volete fare lo scrub sotto la doccia, prima di asciugarvi completamente con l’accappatoio, passatevi sul corpo dell’olio idratante, possibilmente senza aggiunta di agenti profumanti che potrebbero irritare la pelle già un po’ stressata dal trattamento esfoliante.Quando vi sarete liberati della “patina” invernale, aspettate sempre 24 ore prima di esporvi al sole: per quanto naturale, lo scrub è comunque un trattamento d’urto per la pelle che può apparire anche lievemente arrossata nelle zone più delicate.Una volta trascorse le 24 ore, esponetevi al sole con oculatezza: evitate le ore più calde del giorno e fate uso di una buona crema solare e di un latte doposole da applicare al termine della giornata al mare. Le protezioni, le creme solari andrebbero utilizzate sempre quando ci si espone al sole. Ad esempio sarebbe bene utilizzare una crema solare SPF 15 (fattore di protezione solare) ogni volta che ci si espone al sole. Dovrebbe divenire un gesto abitudinario, come la pulizia dei denti, l’uso del pettine ecc. Il rischio del sole sono i raggi UVA che penetrano nello strato più profondo della pelle, incidendo sulle cellule della pelle, ciò che  causa la comparsa di rughe e macchie; i raggi UVB sono ancora più forti, i danni della pelle causati da questi raggi comportano le bruciature e sono per lo più responsabili dei tumori della pelle. Come scegliere la crema solare protettiva? Bisognerebbe osservare le etichette, più è alto il numero dello SPF (fattore di protezione solare) il numero, più protezione si ottiene. Tuttavia è bene sapere che la protezione della crema non è totale. Inoltre, il numero relativo al fattore di protezione solare indica soltanto la protezione contro i raggi UVB. I prodotti per la protezione solare contro le radiazioni UVA e UVB sono decisamente i migliori e andrebbero applicate ogni due / quattro ore. Nei momenti in cui il sole è molto forte (fra le 12 e le 15), , è buona norma indossare abiti che coprano la pelle. Solitamente i colori scuri assicurano una maggiore tutela contro i raggi del sole perché garantiscono un maggiore assorbimento dei raggi UV. Per la protezione degli occhi, è consigliabile indossare degli occhiali da sole scuri che proteggano gli occhi dall’eccessiva esposizione alla luce.

A cura della UOC di Dermatologia PO S. Salvatore

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.