Nuovi intelligent transport system per informare su traffico e viabilita’

L’informazione in tempo reale su traffico e mobilità si arricchisce di 11 nuovi impianti lungo le arterie e le principali strade. I nuovi pannelli vanno ad aggiungersi ai 53 già presenti nei punti strategici del traffico cittadino. Da lunedì prossimo diventano così 64 i pannelli a messaggio variabile che informeranno su cambiamenti e condizioni del traffico. L’investimento dell’Amministrazione […]

L’informazione in tempo reale su traffico e mobilità si arricchisce di 11 nuovi impianti lungo le arterie e le principali strade. I nuovi pannelli vanno ad aggiungersi ai 53 già presenti nei punti strategici del traffico cittadino. Da lunedì prossimo diventano così 64 i pannelli a messaggio variabile che informeranno su cambiamenti e condizioni del traffico. L’investimento dell’Amministrazione capitolina di circa 360 mila euro ha consentito all’Agenzia per la Mobilità di installare nuovi pannelli in via del Foro Italico, via Mario Fani, via Pieve di Cadore, via Trionfale, via della Pineta Sacchetti, via della Magliana, via Prenestina, via Portuense, via Isacco Newton.

I nuovi impianti consentono di aggiornare in tempo reale i cittadini, di rendere più fluidi i flussi di traffico, riducendo code e situazioni di criticità in caso di incidente, di velocizzare gli spostamenti, di ridurre costi e stress, nonché gas di scarico e inquinamento acustico.

Si tratta di impianti di ultima generazione, Intelligent transport system (Its), che permettono alla Centrale dell’Agenzia della Mobilità di aggiornare le informazioni 24 ore su 24 e in tempo reale. Così novità su cortei, blocchi del traffico, chiusura strade e orari della Ztl, o stop ai veicoli inquinanti possono essere comunicate istantaneamente. Le telecamere poste, poi, nei nodi nevralgici della viabilità permettono di controllare l’andamento del traffico e di modificare i messaggi con informazioni preziose.

Con questi ultimi pannelli, che ricordiamo sono comparsi nelle strade della capitale già dal 1999, si arricchisce il patrimonio di strumenti di informazione al pubblico dell’amministrazione capitolina.